Protezione civile: in G.U. gli indirizzi operativi per fronteggiare gli incendi nella stagione estiva 2019

Protezione civile: in G.U. gli indirizzi operativi per fronteggiare gli incendi nella stagione estiva 2019

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 81 del 5 aprile 2019 un Comunicato della Presidenza del Consiglio dei Ministri con cui si forniscono gli indirizzi operativi in materia di “Attività antincendio boschivo per la stagione estiva 2019. Raccomandazioni operative per un più efficace contrasto agli incendi boschivi, di interfaccia ed ai rischi conseguenti”.

Gli indirizzi operativi delineano le azioni necessarie a ridurre il rischio che si verifichino incendi boschivi e a fronteggiare le eventuali situazioni emergenziali.

Come si apprende dal Documento, l’anno scorso è stato caratterizzato da una forte riduzione del numero di incendi boschivi, dovuta soprattutto a condizioni climatiche poco favorevoli allo sviluppo di roghi. Il concorso della flotta aerea antincendio di Stato ha fatto registrare una riduzione di circa il 90% delle richieste da parte delle Regioni e Province autonome e un aumento degli interventi all’estero per effetto delle significative anomalie termiche registrate nel Nord Europa.

Seppur evidenziando i soddisfacenti risultati della Campagna antincendio boschivo 2018, la Presidenza del Consiglio ha enfatizzato la necessità di non abbassare la guardia e mantenere alta la prevenzione e il raccordo tra le Autorità coinvolte.

Numerose le raccomandazioni rivolte dalla Presidenza del Consiglio alle Regioni, alle Province ed alle Amministrazioni comunali.

In primis, la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha espresso l’auspicio che i Presidenti delle Regioni e delle Province autonome, titolari della competenza ai sensi della Legge n. 353/2000, si attivino per organizzare i propri Sistemi antincendio boschivo, sia in termini di risorse umane che di mezzi, così da assicurare adeguati livelli di risposta ad eventuali emergenze.

Con riferimento alle attività di prevenzione, viene evidenziata l’importanza di proseguire e potenziare l’azione di sensibilizzazione dei cittadini e delle Associazioni di categoria (soprattutto quelle di agricoltori ed allevatori), promuovendo la cultura di Protezione civile e le corrette norme di comportamento per la salvaguardia dell’ambiente.

In merito ai Comuni, è stata rimarcata la crucialità dell’azione che questi possono svolgere nelle attività di prevenzione sui propri territori, attraverso l’istituzione ed il successivo aggiornamento del Catasto delle aree percorse dal fuoco, la redazione dei Piani di Protezione civile per gli incendi di interfaccia e l’emissione di specifiche Ordinanze per attività di prevenzione. A questo proposito le Regioni, in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri e con l’Anci, metteranno in campo delle operazioni di monitoraggio e supporto tecnico alle Amministrazioni comunali.

Con riferimento alla lotta attiva contro gli incendi, è stata sottolineata l’importanza della revisione annuale del Piano regionale di previsione di cui all’art. 3 della Legge n. 353/2000, nel quale potranno trovare spazio anche le attività di presidio del territorio da effettuare anche grazie alle risorse locali regionali.

Il Comunicato esorta a programmare una serie di eventi formativi e di esercitazioni prima dell’avvio della stagione estiva così che ci sia modo di individuare e fronteggiare eventuali criticità.

Viene inoltre rammentata la centralità delle flotte aeree regionali nel garantire interventi tempestivi e mirati cosicché l’impiego dei mezzi della flotta antincendio di Stato sia residuale e previsto solo in aggiunta ai mezzi regionali, riducendo così i casi di indisponibilità di assetti per impiego su altri fronti spesso dovuti alla presenza di elevate richieste di intervento provenienti da Regioni non adeguatamente attrezzate o all’assenza di mezzi aerei regionali.


Related Articles

“Soccorso istruttorio”: non consente di procedere a integrazioni dell’offerta tecnica

Nella Delibera n. 23 del 27 gennaio 2019 dell’Anac, una Società lamenta l’esclusione dalla gara disposta per omessa allegazione, nell’offerta

Revisori Enti Locali: facoltà di adeguamento economico dei compensi

Nella Delibera n. 92 del 17 ottobre 2019 della Corte dei conti Puglia, alcuni Comuni hanno chiesto un parere in

“5 per mille”: sul sito dell’Agenzia delle Entrate gli Elenchi degli ammessi e degli esclusi

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato, il 10 giugno 2021, gli Elenchi relativi alla destinazione del “5 per mille” dell’anno finanziario

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.