Province: Upi, “Urgente saldo spettanze 2015, a rischio la funzionalità degli Enti”

Province: Upi, “Urgente saldo spettanze 2015, a rischio la funzionalità degli Enti”

Dopo l’Anci, che ha recentemente visto accolte le proprie richieste, anche l’Unione delle Province italiane (Upi) presenta il conto al Governo chiedendo che venga erogato al più presto il saldo delle spettanze 2015 per quelle Province che ancora devono incassare i trasferimenti a valere sul “Fondo sperimentale di riequilibrio”.

Il Presidente dell’Unione, Achille Variati, ha inviato ai Ministri dell’Economia, Pier Carlo Padoan, e a quello dell’Interno, Angelino Alfano, una lettera nella quale evidenzia i gravi profili di criticità che si accompagnano alla situazione finanziaria delle Province in molte aree d’Italia. “La fase di chiusura dei bilanci di previsione – si legge nella missiva pubblicata sul sito istituzionale dell’Upi l’11 dicembre 2015 – si è appena conclusa, non senza estreme difficoltà di conseguimento del necessario equilibrio, ed è diffusa la preoccupazione in molti Enti circa la possibilità di arrivare, nei prossimi mesi, ad una carenza di liquidità, anche per la gestione ordinaria degli Enti”.

Per queste ragioni, l’erogazione di questi fondi è stata definita assolutamente necessaria per poter garantire la funzionalità degli Enti. “Sono fondi – scrive Variati – che peraltro sono stati versati allo Stato dalle altre Province che ormai sono definite ‘incapienti’. Il ‘Fondo sperimentale di riequilibrio’ delle Province è infatti interamente alimentato dal Comparto medesimo, e anzi contribuisce per oltre 245 milioni annui al processo di risanamento della finanza pubblica attraverso il versamento allo Stato di tale somma”.


Related Articles

Acquisto di beni immobili da parte di un Comune

Nella Delibera n. 22 del 26 gennaio 2015 della Corte di conti Lombardia, un Sindaco chiede un parere sulla possibilità

Conto annuale: tempi e modalità di trasmissione dei dati relativi al Monitoraggio ed alla Relazione

La Ragioneria generale dello Stato, con la Circolare n. 10 del 3 aprile 2019, ha fornito le Istruzioni inerenti al

Spesa per il trattamento accessorio del personale: la Corte Toscana si esprime in merito al comma 236 della “Legge di stabilità”

Nella Delibera n. 269 del 7 dicembre 2016 della Corte dei conti Toscana, il Parere ha ad oggetto l’interpretazione dell’art.