Pubblica sicurezza: Anci invita i Comuni a intensificare i controlli sulla vendita di botti e petardi

Pubblica sicurezza: Anci invita i Comuni a intensificare i controlli sulla vendita di botti e petardi

Capodanno è alle porte e, di pari passo con i preparativi, cresce la preoccupazione per le possibili tragiche conseguenze correlate all’uso di fuochi d’artificio, botti e petardi.

Con un Comunicato diramato il 21 dicembre 2015, l’Anci ha invitato le Amministrazioni comunali a innalzare il livello di guardia, intensificando i controlli, possibilmente interforze, sulla vendita di tali prodotti. L’Associazione ha inoltre esortato i Comuni a valutare l’opportunità di adottare Regolamenti che vietino o limitino l’impiego degli stessi, anche al fine di scoraggiare possibili orientamenti verso il mercato illegale.

La cronaca degli ultimi anni– scrive l’Anci – ha messo in evidenza come i principali incidenti, in occasione dell’utilizzo improprio di botti, petardi e simili, sia fortemente legata ad una immissione e vendita illegale di tali prodotti, spesso di natura contraffatta. Come noto, l’Anci è in prima linea nel contrasto al fenomeno contraffattivo e, in tal senso, particolare attenzione va posta sul punto, in considerazione del grave pregiudizio per la salute dei cittadini”.


Related Articles

Tarsu: per il Tar Abruzzo è legittimo prevedere tariffe più alte per gli alberghi

Nella Sentenza n. 381 dell’8 ottobre 2015 del Tar Abruzzo, i Giudici affermano che, in tema di Tarsu, è legittima

Iva: i contributi versati dai Consorziati a copertura delle perdite del Consorzio costituiscono mere movimentazioni di danaro

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta n. 361 del 21 maggio 2021, ha affrontato il tema del trattamento fiscale ai

Tributi erariali soppressi: dichiarazione ex art. 15 della Legge n. 408/90 successivamente ad una pronuncia di merito favorevole al contribuente

Nella Sentenza n. 20272 del 9 ottobre 2015 della Corte di Cassazione, i Giudici osservano che l’art. 15 della Legge