“Ravvedimento operoso”: le ultime novità introdotte dal Dlgs. n. 158/15

“Ravvedimento operoso”: le ultime novità introdotte dal Dlgs. n. 158/15

Il Dlgs. 24 settembre 2015, n. 158 (“Revisione del sistema sanzionatorio in attuazione dell’art. 8, comma 1, della Legge n. 23/14”), pubblicato sul Supplemento ordinario n. 55 della G.U. n. 233 del 7 ottobre 2015, ha apportato modifiche in materia di “ravvedimento operoso” di cui all’art. 13, comma 1, Dlgs. n. 472/97, e nel campo delle sanzioni per insufficiente o omesso versamento del tributo, di cui all’art.13, Dlgs. n. 471/97.

In particolare, tale ultima norma è stata interamente sostituita.

Al comma 1 viene confermata la sanzione amministrativa pari al 30% di ogni importo non versato per

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Referto annuale del Sindaco 2017: deliberate dalla Corte dei conti le “Linee-guida”

La Corte dei conti, Sezione delle Autonomie, con la Deliberazione n. 14/Sezaut/2018/Inpr del 18 agosto 2018, ha approvato “Linee-guida per

Rilevazione fabbisogni standard: il 25 gennaio 2019 scade il termine per l’invio dei Questionari Sose

Con il Decreto Mef 21 novembre 2018, pubblicato sulla G.U. n. 275 del 26 novembre 2018, è stata resa nota

Ici: il Regolamento comunale può prevedere un termine di decadenza quinquennale

Nella Sentenza n. 19343 del 18 luglio 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità si sono pronunciati in