Riaccertamento straordinario: grave irregolarità contabile relativa alla reimputazione dei residui attivi e passivi

Riaccertamento straordinario: grave irregolarità contabile relativa alla reimputazione dei residui attivi e passivi

Nella Delibera n. 2 del 27 gennaio 2016 della Corte dei conti Liguria, alla Sezione è pervenuta una Delibera di Giunta con la quale un Comune ligure ha approvato il prospetto di riaccertamento straordinario dei residui attivi e passivi. Dall’esame della medesima è stato riscontrato come non sia stata effettuata la corretta reimputazione dei residui attivi e passivi agli esercizi di effettiva esigibilità, espressamente richiesta dall’art. 3, comma 7, del Dlgs. n. 118/11. Nello specifico, risulta che tutti gli accertamenti e gli impegni sono stati reimputati all’esercizio 2015, come se tutti i rapporti giuridici attivi e passivi trovassero la loro

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Sicurezza Ict nelle Pubbliche Amministrazioni: i contenuti della Circolare Agid n. 2/17

Con la Circolare n. 2 del 18 aprile 2017, pubblicata sulla G.U. n. 103 del 5 maggio 2017, l’Agid (“Agenzia

Certificazione della “perdita di gettito” da “Covid-19” per il 2020: pubblicati i dati di fonte “F24” e di fonte Aci

Il Mef-RgS ha pubblicato il 17 febbraio scorso, sul Portale “Pareggio di bilancio”, un Comunicato con i dati di fonte

Ici: assoggettamento degli Enti no profit

Nella Sentenza n. 10124 dell’11 aprile 2019 della Corte di Cassazione, un Comune aveva contestato l’omesso versamento dell’Ici relativa ad