Ricorso: inammissibile in caso di mancata produzione della raccomandata

Ricorso: inammissibile in caso di mancata produzione della raccomandata

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 23852 del 7 novembre 2014, n. 23852, ha affermato che la produzione dell’avviso di ricevimento del piego raccomandato contenente la copia del ricorso per cassazione spedita per la notificazione a mezzo del servizio postale ai sensi dell’art. 149 del Cpc., o della raccomandata con la quale l’ufficiale giudiziario dà notizia al destinatario dell’avvenuto compimento delle formalità di cui all’art. 140 del Cpc., è richiesta dalla legge esclusivamente in funzione della prova dell’avvenuto perfezionamento del procedimento notificatorio e, quindi, dell’avvenuta instaurazione del contraddittorio. Pertanto, in caso di mancata produzione dell’avviso di ricevimento, ed in assenza di attività difensiva da parte dell’intimato, il ricorso per cassazione è inammissibile.


Tags assigned to this article:
ammissibilitàcassazionenotificaricorso

Related Articles

Sostituto d’imposta: esclusi da ritenuta i contributi erogati, a seguito dell’emergenza da “Covid-19”, alle Scuole paritarie dell’infanzia

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 748 del 27 ottobre 2021, ha fornito chiarimenti in ordine

Raccolta e smaltimento rifiuti: via libera all’affidamento d’urgenza del servizio se la Società “in house” è in dissesto 

Il Consiglio di Stato con la Sentenza n. 5124 del 14 ottobre 2014 affronta una questione riguardante la legittimità della

Elezioni: in arrivo 15,1 milioni di mascherine chirurgiche, 3,4 milioni di guanti e 315.000 litri di gel igienizzante destinati ai Seggi

Venerdì 4 settembre 2020 prenderà il via la consegna alle Prefetture dei “Dispositivi di protezione individuale” forniti gratuitamente dal Commissario