Ricorso: inammissibile in caso di mancata produzione della raccomandata

Ricorso: inammissibile in caso di mancata produzione della raccomandata

La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 23852 del 7 novembre 2014, n. 23852, ha affermato che la produzione dell’avviso di ricevimento del piego raccomandato contenente la copia del ricorso per cassazione spedita per la notificazione a mezzo del servizio postale ai sensi dell’art. 149 del Cpc., o della raccomandata con la quale l’ufficiale giudiziario dà notizia al destinatario dell’avvenuto compimento delle formalità di cui all’art. 140 del Cpc., è richiesta dalla legge esclusivamente in funzione della prova dell’avvenuto perfezionamento del procedimento notificatorio e, quindi, dell’avvenuta instaurazione del contraddittorio. Pertanto, in caso di mancata produzione dell’avviso di ricevimento, ed in assenza di attività difensiva da parte dell’intimato, il ricorso per cassazione è inammissibile.


Tags assigned to this article:
ammissibilitàcassazionenotificaricorso

Related Articles

Salario accessorio: chiarimenti in merito all’applicazione del comma 236 della “Legge di stabilità 2016”

Nella Delibera n. 367 del 15 dicembre 2016 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco, in riferimento al disposto dell’art.

Tarsu: legittime le discriminazioni tariffarie tra alberghi e civili abitazioni

Nella Sentenza n. 540 del 14 gennaio 2015, della Corte di Cassazione, una Ctr ha accolto l’appello che ha annullato

Notificazione avvisi e atti tributari impositivi: modalità in caso di irreperibilità del destinatario

Nell’Ordinanza n. 25625 del 15 ottobre 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità affermano che, “in tema di