Sanzioni pecuniarie tributarie iscritte a ruolo prima del passaggio in giudicato della Sentenza di appello impugnata in Cassazione

Sanzioni pecuniarie tributarie iscritte a ruolo prima del passaggio in giudicato della Sentenza di appello impugnata in Cassazione

Nell’Ordinanza n. 32794 del 19 dicembre 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità danno il via-libera alla riscossione frazionata delle sanzioni pecuniarie tributarie iscritte a ruolo prima del passaggio in giudicato della Sentenza di appello impugnata in Cassazione.

In particolare, la Suprema Corte osserva che:

– l’art. 68, comma 3, del Dlgs. n. 546/1992, prevedeva che “le Imposte suppletive e le sanzioni pecuniarie debbono essere corrisposte dopo l’ultima Sentenza non impugnata o impugnabile solo con ricorso in Cassazione”. L’art. 29 del Dlgs. n. 472/1997, in vigore dal 1° aprile 1998, ha abrogatole parole “e le sanzioni pecuniarie”;

– l’art. 19 del Dlgs. n. 472/1997, nel riordinare tutte le norme in materia di sanzioni per violazioni di norme tributarie, al comma 1 dispone che, “in caso di ricorso alle Commissioni tributarie si applicano le disposizioni del Dlgs. n. 546/1992, recante disposizioni sul processo tributario”.

La generica menzione delle Commissioni tributarie, in relazione, sia al precedente che all’attuale ordinamento, e l’abrogazione, con l’art. 37 del Dlgs. n. 46/1999, dell’art. 15, comma 2, del Dpr. n. 602/1973, che regolava la riscossione frazionata secondo il precedente sistema normativo, fanno sì che l’art. 68 citato sia divenuto la regola generale in tema di riscossione frazionata nella fase relativa alla pendenza del Processo tributario. Il tema del decidere è regolato dal principio di diritto secondo cui, con riferimento alla riscossione frazionata di sanzioni, a norma dell’art. 68, commi 1 e 2, del Dlgs. n. 546/1992, nella formulazione vigente dal 1° aprile 1998, a seguito dell’intervento abrogativo dell’art. 29 del Dlgs. n. 472/1997, riguardante proprio le sanzioni pecuniarie, l’applicazione delle medesime, in caso di esecuzione frazionata, può avvenire anche antecedentemente al passaggio in giudicato della Sentenza che ad esse si riferisca.

Tale regula iuris, applicabile alla fattispecie concreta in esame, consente la riscossione (frazionata) anche delle sanzioni antecedentemente al passaggio in giudicato della Sentenza che statuisca su di esse.


Related Articles

Pagamenti elettronici: l’Ente pubblico si dovrà adeguare entro il 31 dicembre 2016

Il processo di digitalizzazione definito nel Dlgs. n. 82/05 (“Codice dell’Amministrazione digitale”), così come modificato dal Dlgs. n. 179/16, pone

Imu: Imposta dovuta dal titolare del diritto di abitazione

Nella Sentenza n. 103 del 7 aprile 2017 della Ctp Reggio Emilia, un Comune ha accertato l’Imposta dovuta a titolo

Adempimenti e versamenti tributari: stop alla sospensione concessa ai Comuni veneti ed emiliani alluvionati

Con il Provvedimento 27 ottobre 2014, l’Agenzia delle Entrate ha reso noto che, a partire dal 1º novembre 2014, riprenderanno

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.