Segretari comunali convenzionati: illegittimi i rimborsi spesa per gli spostamenti dalla residenza al Comune capofila

Segretari comunali convenzionati: illegittimi i rimborsi spesa per gli spostamenti dalla residenza al Comune capofila

Nella Sentenza n. 103 del 12 agosto 2015 della Corte dei conti Emilia Romagna, viene affrontato il caso di 2 Comuni che hanno deciso di siglare una Convenzione per la gestione dell’Ufficio di “Segreteria comunale”. In particolare, nel caso di specie, l’ipotesi di danno erariale sottoposta al giudizio della Corte dei conti in epigrafe indicata è collegata alla condotta del Segretario convenzionato, che avrebbe chiesto ed ottenuto dal Comune capofila rimborsi delle spese di viaggio sostenute per i trasferimenti dal luogo di propria residenza a quello della sede di lavoro. La Sezione rileva che l’interpretazione del significato da

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Affidamento “in house” pluripartecipato: il Consiglio di Stato interviene sulle condizioni che lo legittimano

Nella Sentenza 27 aprile 2015, n. 2154 del Consiglio di Stato, Sezione III, vengono trattate 2 fattispecie di particolare importanza

Gestione di cassa entrate vincolate e destinate: le “Linee d’indirizzo” della Corte dei conti

La Corte dei conti, Sezione Autonomie, dopo aver emanato la Deliberazione n. 4/2015 con la quale dettava le prime linee

“Part-time”: limiti per incremento orario in relazione ai vincoli di spesa

Nella Delibera n. 338 del 9 novembre 2016 della Corte dei conti Campania, un Sindaco ha chiesto se è possibile