Semplificazione amministrativa: le comunicazioni relative ai decessi devono essere inviate dai Comuni al Casellario tramite Pec

 

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 72 del 27 marzo 2014 il Decreto Ministero della Giustizia 19 marzo 2014, recante “Regole procedurali di carattere tecnico operativo per la trasmissione telematica al Sistema informativo del Casellario delle informazioni concernenti l’avvenuta morte della persona da parte dei Comuni, ai sensi dell’art. 20, comma 3, del Decreto del Presidente della Repubblica 14 novembre 2002, n. 313”.

Il Dm. rende nota la nuova procedura per l’invio, tramite Posta elettronica certificata, delle comunicazioni sui soggetti deceduti che i Comuni devono far pervenire al “Sistema informativo del Casellario” (“Sic”).

Tali comunicazioni, finora cartacee, dovranno essere effettuate dagli Uffici comunali attraverso la trasmissione di un file, firmato digitalmente, ad un indirizzo Pec del Casellario centrale. Le indicazioni operative si trovano nell’Allegato tecnico al Decreto.

Segnaliamo in particolare ai Comuni che l’art. 3 riporta le modalitá di attivazione della trasmissione telematica e registrazione dei dati del Comune sul “Sic” e che – al fine di razionalizzare le attività dell’Ufficio del Casellario centrale – queste operazioni saranno scaglionate come segue:

a)    i Comuni capoluogo di Regione e di Provincia saranno attivati entro 2 mesi dalla data di entrata in vigore del Decreto;

b)   i Comuni delle Regioni del Nord saranno attivati entro 4 mesi;

c)    i Comuni delle Regioni del Centro saranno attivati entro 6 mesi;

d)   i Comuni delle Regioni del Sud, Sicilia e Sardegna saranno attivati entro 8 mesi.

Una volta entrata a regime la nuova procedura, la trasmissione dovrá essere effettuata una volta al mese o una volta a settimana nei Comuni nel cui ambito territoriale si verificano piú di 50 decessi a settimana.


Tags assigned to this article:
semplicazione

Related Articles

Rup: il Consiglio di Stato ribadisce che non c’è incompatibilità assoluta rispetto alla sua presenza nella Commissione valutatrice

Nella Sentenza n. 2835 dell’11 maggio 2018 del Consiglio di Stato, i Giudici si esprimono sulla incompatibilità del Responsabile unico

Tarsu: se non sono individuate le aree tassabili, l’avviso di accertamento è nullo

Nella Sentenza n. 2533 del 21 luglio 2016 della Ctp Bari, la questione controversa riguarda un avviso di accertamento Tarsu

Digitalizzazione P.A.: a breve il lancio del nuovo Portale “Open-Bdap”

Con il Comunicato n. 206 del 10 dicembre 2018, Sogei e Mef-Ragioneria generale dello Stato hanno fornito alcune indicazioni in

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.