Sentenza Ctp Milano su atti sottoscritti da Funzionari delegati: le precisazioni dell’Agenzia delle Entrate

Sentenza Ctp Milano su atti sottoscritti da Funzionari delegati: le precisazioni dell’Agenzia delle Entrate

Con il Comunicato-stampa 22 aprile 2015, l’Agenzia delle Entrate si esprime su alcune errate notizie di stampa apparse e precisa che la Ctp Milano, con Sentenza n. 3222/25/15, non ha annullato l’atto di accertamento dell’Agenzia delle Entrate in quanto sottoscritto da un Funzionario incaricato di funzioni dirigenziali decaduto per effetto della Sentenza n. 37/2015 della Corte costituzionale. In particolare la Commissione, nella sua decisione, ha invece rilevato la nullità dell’atto in quanto “sottoscritto da soggetto non dotato di nona qualifica funzionale”, ritenendo non provata, in questo singolo giudizio, l’appartenenza del Funzionario che ha sottoscritto l’atto alla carriera

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Commissione di gara: distinzione tra Commissione “aggiudicatrice” e “giudicatrice”

Nella Sentenza n. 75 del 20 gennaio 2016 del Tar Piemonte, in ragione dell’assenza di specifiche contrarie indicazioni normative, del

Tia: giurisdizione Giudice tributario

Nella Sentenza n. 23669 del 24 settembre 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità evidenziano che la Suprema

Diritti sui brevetti e tasse sui marchi: istituiti i codici tributo Modelli “F24” e “F24EP” per il loro versamento

L’Agenzia delle Entrate – Direzione centrale Servizi ai contribuenti, con la Risoluzione n. 11/E del 29 gennaio 2015 ha istituito