Sentenza Ctp Milano su atti sottoscritti da Funzionari delegati: le precisazioni dell’Agenzia delle Entrate

Sentenza Ctp Milano su atti sottoscritti da Funzionari delegati: le precisazioni dell’Agenzia delle Entrate

Con il Comunicato-stampa 22 aprile 2015, l’Agenzia delle Entrate si esprime su alcune errate notizie di stampa apparse e precisa che la Ctp Milano, con Sentenza n. 3222/25/15, non ha annullato l’atto di accertamento dell’Agenzia delle Entrate in quanto sottoscritto da un Funzionario incaricato di funzioni dirigenziali decaduto per effetto della Sentenza n. 37/2015 della Corte costituzionale. In particolare la Commissione, nella sua decisione, ha invece rilevato la nullità dell’atto in quanto “sottoscritto da soggetto non dotato di nona qualifica funzionale”, ritenendo non provata, in questo singolo giudizio, l’appartenenza del Funzionario che ha sottoscritto l’atto alla carriera

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Inapplicabilità alle concessione di servizi delle disposizioni relative al subprocedimento di verifica dell’anomalia delle offerte

Il Consiglio di stato, con la Sentenza n. 5915 del 1° dicembre 2014, si esprime sull’inapplicabilità alle concessione di servizi

“Imposta di bollo”: chiarite le modalità di assolvimento all’interno del Mepa

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta n. 321 del 25 luglio 2019, ha fornito rilevanti chiarimenti in merito alle modalità

Conferenza unificata: le novità in materia di Finanza locale

Con un Comunicato diffuso nei giorni scorsi sul proprio sito, l’Anci è intervenuta sulle decisioni prese in sede di Conferenza