“Soccorso istruttorio”: non si applica alle carenze dell’offerta tecnica ed economica

“Soccorso istruttorio”: non si applica alle carenze dell’offerta tecnica ed economica

 

Nella Sentenza n. 145 del 28 febbraio 2017 del Tar Liguria, i Giudici si esprimono sull’art. 83, comma 9, del Dlgs. n. 50/16, e rilevano come tale norma abbia escluso la sanabilità mediante il “soccorso istruttorio” degli elementi dell’offerta tecnica ed economica.

In particolare, l’art. 83, comma 9, del Dlgs. n. 50/16 stabilisce che “le carenze di qualsiasi elemento formale della domanda possono essere sanate attraverso la procedura di ‘soccorso istruttorio’ di cui al presente comma. In particolare, la mancanza, l’incompletezza e ogni altra irregolarità essenziale degli elementi e del Documento di gara unico europeo di cui all’art. 85, con esclusione di quelle afferenti all’offerta tecnica ed economica”.

La norma è significativamente differente da quella omologa di cui all’art. 46, comma 1-ter,del Dlgs. n. 163/06 previgente, secondo cui “le disposizioni di cui all’art. 38, comma 2-bis, si applicano a ogni ipotesi di mancanza, incompletezza o irregolarità degli elementi e delle dichiarazioni, anche di soggetti terzi, che devono essere prodotte dai concorrenti in base alla legge, al bando o al disciplinare di gara

Infatti, la norma previgente ammetteva il “soccorso istruttorio” anche rispetto all’offerta, con l’unico limite costituito dalla previsione di cui all’art. 46, comma 1-bis, laddove, facendo riferimento all’incertezza assoluta sul contenuto o sulla provenienza dell’offerta, escludeva la possibilità di sanare ex post mediante il “soccorso istruttorio” quelle mancanze, incompletezze o irregolarità dell’offerta che avessero determinato incertezza sul contenuto o sulla provenienza dell’offerta. La nuova norma esclude in radice la possibilità di operare mediante il “soccorso istruttorio” in favore di elementi afferenti l’offerta.


Related Articles

Assunzioni: utilizzo dei resti del triennio precedente anche per la Regione Sardegna

Nella Delibera n. 54 del 16 maggio 2016 della Corte dei conti Sardegna, la richiesta di parere riguarda l’interpretazione da

Addetto stampa-Portavoce del Comune: diverso inquadramento giuridico e diversa tipologia di contratto

Nella Delibera n. 337 del 12 maggio 2017 della Corte dei conti Veneto, viene richiesto un parere sulla possibilità di affidare,

“Covid-19”: l’Agenzia delle Entrate annuncia l’avvio dei servizi di assistenza “agili”

Con il Comunicato-stampa pubblicato il 13 maggio 2020 sul proprio sito istituzionale, l’Agenzia delle Entrate ha annunciato l’introduzione di nuove