Società pubbliche: riconoscibilità di compensi a componenti di Amministrazioni

Società pubbliche: riconoscibilità di compensi a componenti di Amministrazioni

Nella Delibera n. 50 del 13 luglio 2015 della Corte dei conti Sardegna, la richiesta di parere verte sul significato da attribuire alla riduzione disposta dall’art. 4, comma 4, del Dl. n. 95/12, come modificato dall’art. 16 del Dl. n. 90/14 convertito nella Legge n. 114/14. Nella parte che rileva per il presente esame, tale norma prevede che, con riferimento alle Società controllate direttamente o indirettamente dalle Amministrazioni pubbliche di cui all’art. 1, comma 2, del Dlgs. n. 165/01 che abbiano conseguito nell’anno 2011 un fatturato da prestazione di servizi a favore di Amministrazioni pubbliche superiore al 90% dell’intero fatturato,

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Ddl. riforma P.A.: per Squitieri l’abolizione della categoria dei Segretari comunali “non convince”

“Non convince la previsione di un utilizzo dei segretari comunali inclusi nella fascia C come dirigenti responsabili dell’attuazione dell’indirizzo politico

Grave illecito professionale: include la risoluzione anticipata di un precedente contratto

Nella Sentenza n. 1353 dell’8 luglio 2019 del Tar Catanzaro, l’art. 80, comma 5, lett. c), del Dlgs. n. 50/2016,

Comando: la relativa spesa va contabilizzata unicamente da parte dell’Ente utilizzatore e non dall’Ente cedente

Corte dei conti Piemonte, Delibera n. 149 del 30 settembre 2015 Nella fattispecie in esame il primo quesito formulato dal