Somme indebitamente erogate ai dipendenti: il recupero deve essere al netto delle ritenute fiscali, previdenziali e assistenziali

Somme indebitamente erogate ai dipendenti: il recupero deve essere al netto delle ritenute fiscali, previdenziali e assistenziali

Nella Delibera n. 120 del 24 settembre 2015 della Corte dei conti Umbria, la Sezione si esprime in ordine alla modalità di recupero, se al lordo o al netto delle ritenute fiscali, previdenziali e assicurative, di somme indebitamente erogate al personale comunale.

La Sezione, per dare risposta al quesito in esame, si basa su un principio elementare il quale attiene alla regola civilistica dell’indebito arricchimento che non potrebbe estendersi alle ritenute fiscali, previdenziali e assistenziali, le quali costituiscono somme che non sono pervenute nella disponibilità patrimoniale del dipendente.

Infatti, secondo la Sezione, trattandosi di ripetizione di somme indebitamente corrisposte a

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Iva: come recuperare dopo un anno l’Imposta fatturata in eccesso da parte del fornitore o del committente soggetto a “split payment”

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 243 del 16 luglio 2019, ha fornito chiarimenti in ordine

Unioni di Comuni e Comunità montane: emanato il Dm. relativo alla richiesta di contributo 2019 per i Servizi gestiti in forma associata

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale ha diffuso, in data 8 maggio 2019 sul proprio sito istituzionale,

“Legge di stabilità 2014”: tutti i contenuti della Manovra di interesse per gli Enti Locali

E’ stata pubblicata sulla G.U. n. 302 del 27 dicembre 2013, ed è in vigore dal 1° gennaio 2014, la