“Sostegno all’inclusione attiva”: fissate le modalità di trasmissione delle domande da parte dei Comuni all’Inps

“Sostegno all’inclusione attiva”: fissate le modalità di trasmissione delle domande da parte dei Comuni all’Inps

Con il Messaggio n. 3451 del 30 agosto 2016, l’Inps ha fornito nuove istruzioni in merito al “Sostegno all’inclusione attiva” (c.d. “Sia”) cui erano già stati dedicati la Circolare n. 133 del 19 luglio 2016 , che ne ha illustrato l’avvio, e il Messaggio n. 3322 del 5 agosto 2016 , con il quale è stato diffuso il Modulo di autocertificazione per i richiedenti dei benefici.

Con l’ultimo intervento, l’Insp si rivolge direttamente ai Comuni, illustrando le modalità d’invio delle domande, e nello specifico spiegando che le Amministrazioni comunali si possono avvalere delle seguenti modalità di trasmissione:

  1. invio tramite file in formato xml, secondo la struttura (schema xsd) già pubblicata in allegato al Messaggio n. 3275. L’invio va effettuato in modalità https, collegandosi online alla Procedura “Sia (Sostegno per l’Inclusione Attiva)” resa disponibile nella Sezione “Servizi Online” – “Enti pubblici e previdenziali” del portale dell’Istituto;
  2. acquisizione manuale online, collegandosi alla procedura “Sia (Sostegno per l’Inclusione Attiva)” resa disponibile nella Sezione “Servizi Online” – “Enti pubblici e previdenziali” del Portale Inps;
  3. invio in cooperazione applicativa, dalla porta di dominio o sistema dell’Ente in grado di colloquiare con la porta di dominio Inps secondo le regole del Sistema pubblico di connettività (“Spc”), vale a dire con un formato basato sulla busta e-Gov e le medesime specifiche relative al formato xml di cui al citato messaggio Inps 3275;
  4. invio attraverso la Piattaforma “SGAte” . In quest’ultimo caso l’acquisizione delle domande può avvenire da parte degli Enti regolarmente accreditati e delegati dai Comuni su “SGAte”.

I Comuni che optino per le modalità di cui ai punti 1 e 2, dovranno accedere al servizio mediante il “Pin Inps” o la “Carta nazionale dei servizi”.

L’accesso tramite il Sistema “SGAte” di Anci avviene invece secondo le medesime modalità già previste per le domande di agevolazione per il bonus elettrico e gas.


Related Articles

Consorzi costituito da Enti Locali: programmazione e gestione della spesa di personale

Nella Delibera n. 149 del 13 maggio 2016 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco, rappresentando anche la sua qualità

Società controllate: determinazione del limite di spesa per l’Organo amministrativo

Nella Delibera n. 34 del 3 luglio 2019 della Corte dei conti Sardegna, viene chiesto un parere riguardante la determinazione

“5 per mille”: erogati gli importi destinati ai Comuni riferiti all’anno d’imposta 2014

Con un Comunicato del Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, datato 21 giugno 2017, è stata resa nota