Spending review: tagli pari a 344 milioni di Euro per le Province, definiti gli importi

Spending review: tagli pari a 344 milioni di Euro per le Province, definiti gli importi

Sono stati determinati – con 3 Decreti dell’Interno, pubblicati oggi sul sito della Direzione centrale della Finanza locale – i risparmi di spesa che ogni Provincia dovrà versare ad apposito capitolo di entrata del bilancio dello Stato, ai sensi dell’art. 47 del Dl. n. 66/14 (c.d. “Decreto Irpef”).

I versamenti al bilancio statale dovranno essere effettuati al capitolo di entrata del bilancio dello Stato denominato “Rimborsi e concorsi diversi dovuti dalle Province” – Capitolodi Capo 10 – n. 3465, art. 3, utilizzando il seguente codice Iban relativo alla sezione di Tesoreria di Roma succursale: IT 83O 01000 03245 348 0 10 3465 03.

I tre Dm. 10 ottobre 2014 definiscono rispettivamente:

  1. la determinazione del riparto del contributo alla finanza pubblica di 340 milioni di Euro, per l’anno 2014, in proporzione alla spesa media sostenuta nel triennio 2011-2013, come risultante dai codici Siope,comunicati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze;
  2. la determinazione del riparto del contributo alla finanza pubblica di 3,8 milioni di Euro, per l’anno 2014,in proporzione alle spese per incarichi di consulenza, studio e ricerca e per i contratti di collaborazione coordinata e continuativa, sulla base dei dati comunicati dal Dipartimento della Funzione pubblica – Ufficio per l’informazione statistica, le banche dati istituzionali ed il personale;
  3. la determinazione del riparto del contributo alla finanza pubblica di 0,7 milioni di Euro, per l’anno 2014, in proporzione al numero di autovetture, comunicato dal citato Dipartimento.

Ricordiamo che, ai sensi del citato art. 47, per gli anni a venire i risparmi di spesa attesi dai medesimi Enti Locali, sono ancora più cospicui: 576,7 milioni di Euro per l’anno 2015 e 585,7 milioni di Euro per ciascuno degli anni 2016 e 2017.

Si evidenzia infine che sia i Decreti, ad oggi in attesa di pubblicazione in G.U., che il Comunicato della Direzione centrale della Finanza locale (datato 13 ottobre 2014), indicano il 10 ottobre 2014 come scadenza per effettuare i versamenti in questione al bilancio dello Stato.


Related Articles

Bilancio di previsione 2015: estesa “in extremis” anche ai Comuni siciliani la proroga al 30 settembre

  E’ giunta alla vigilia della scadenza, l’estensione ai Comuni siciliani della proroga al 30 settembre 2015 del termine per

Responsabilità erariale: esclusa per le Organizzazioni sindacali che hanno firmato i Contratti integrativi negli Enti

La Corte di Cassazione, con l’Ordinanza n. 14689 del 7 luglio 2015, rileva che con la privatizzazione del rapporto di

Baratto amministrativo: non è applicabile se il debitore del Comune è un’impresa

Nella Delibera n. 313 del 21 giugno 2016 della Corte dei conti Veneto, un Sindaco chiede un parere in materia