Spesa di personale a tempo determinato: per il rispetto del 2009 la questione è rimessa alla Sezione Autonomie

Spesa di personale a tempo determinato: per il rispetto del 2009 la questione è rimessa alla Sezione Autonomie

Nella Delibera n. 66 del 1° dicembre 2014, della Corte dei conti Liguria, un Sindaco chiede un parere inerente alla corretta interpretazione dell’art. 11, comma 4-bis, del Dl. n. 90/14, convertito in Legge n. 114/14, che ha modificato l’art. 9, comma 28, del Dl. n. 78/10. La Sezione sottolinea che la norma, è già stata oggetto di interpretazioni discordanti da parte delle locali Sezioni di controllo della Corte dei conti. Infatti nelle Delibere n. 174/14 della Corte dei conti Puglia e nella Delibera n. 232/14 della Corte dei conti Campania, l’Ente è comunque tenuto a garantire l’osservanza del

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Tags assigned to this article:
Corte dei contipersonalespesa

Related Articles

Regione Lazio: al via gli incentivi a favore dei Comuni per investimenti locali

In arrivo 12 milioni di Euro di fondi regionali per il triennio 2016-2018 a favore dei Comuni laziali, per interventi

Utilizzazione ai fini assunzionali dei “resti” dell’anno 2013: nessuna modifica introdotta in questo senso dalla “Legge di stabilità”

Nella Delibera n. 64 del 15 giugno 2016 della Corte dei conti Umbria, un Comune chiede se nell’anno 2016 sia

Attribuzione di una ulteriore quota del “Fondo di solidarietà comunale” 2016 correlata a minori gettiti Imu e Tasi: resi noti i dati

Il Ministero dell’Interno, Direzione centrale per la Finanza locale, con il Comunicato 5 agosto 2016 ha reso noti i dati