“Spesometro 2015” degli Enti Locali: le cose da ricordare in vista delle scadenze del 10 o 22 aprile prossimi

“Spesometro 2015” degli Enti Locali: le cose da ricordare in vista delle scadenze del 10 o 22 aprile prossimi

Con l’approssimarsi delle scadenze del 10 e 22 aprile 2015, date entro le quali anche gli Enti Locali saranno chiamati a presentare il c.d. “Spesometro 2015” con riferimento alle operazioni 2014 (rispettivamente, entro il 10 aprile gli Enti che liquidano l’Iva mensilmente ed entro il 22 aprile quelli che liquidano l’Iva trimestralmente), riteniamo opportuno riepilogare i principali elementi da ricordare al fine di predisporre correttamente il Modello (che, anche se prodotto in automatico dai programmi software basandosi sui dati correttamente inseriti durante l’anno, dovrà essere opportunamente ricontrollato dall’operatore del Servizio “Finanziario” prima di procedere all’invio, tenendo

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Tags assigned to this article:
enti localiSpesometro

Related Articles

Condanna Amministratori comunali per aver deliberato una fideiussione bancaria a favore di una Società partecipata

Corte dei conti – Sezione Seconda giurisdizionale centrale d’Appello – Sentenza n. 742 del 21 dicembre 2018 Oggetto: Condanna Amministratori

Trasferimenti erariali: pubblicato l’Elenco dei progetti finanziati nell’ambito del “Programma 6.000 campanili”

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha emanato il Decreto 30 gennaio 2015, pubblicato sulla G.U. n. 82 del