“Spesometro 2017”: posticipato al 28 settembre il termine per la Comunicazione delle fatture emesse e ricevute

“Spesometro 2017”: posticipato al 28 settembre il termine per la Comunicazione delle fatture emesse e ricevute

Con il Comunicato-stampa n. 147 del 1° settembre 2017, il Mef anticipa la terza proroga dello “Spesometro 2017” relativo al primo semestre 2017, ai sensi dell’art. 21, del Dl. n. 78/10, in seguito alle continue richieste di Professionisti, intermediari e contribuenti.

Viene quindi posticipata dal 18 settembre al 28 settembre 2017, quindi “soltanto” di circa 10 giorni, la scadenza per la Comunicazione all’Agenzia delle Entrate dei dati delle fatture emesse e ricevute relative al primo semestre del 2017. Per l’ufficialità si attende la pubblicazione in G.U. del Dpcm di proroga.

Sembra essere confermata, sia la scadenza del 28 febbraio 2018 per il secondo semestre 2017, sia il mancato esonero degli Enti Locali da tale adempimento.

Rammentiamo per completezza, in riferimento alle sanzioni, la recente Risoluzione n. 104/E del 28 luglio 2017.

Il differimento in oggetto viene evidentemente incontro soltanto parzialmente alle esigenze dei contribuenti e di soggetti intermediari, non risolvendo quindi i problemi operativi della Comunicazione in oggetto visti i numerosi adempimenti fiscali nei mesi di settembre-ottobre, tra cui anche la Comunicazione dell’esito delle liquidazioni periodiche del secondo trimestre 2017, la cui scadenza è rimasta al 18 settembre 2017 (visto che il giorno 16 cade di sabato).


Related Articles

Dl. n. 185/15: in G.U. novità in materia di Erp e Impianti sportivi nelle periferie

Dal Giubileo al recupero del sito in cui si è svolto l’Expo, passando per il cinema e le bonifiche nella

“730 precompilato” e fatturazione elettronica verso le P.A.: nuova Audizione del Direttore dell’Agenzia delle Entrate

  Il Direttore dell’Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi, con l’Audizione del 22 luglio 2015 presso la Commissione parlamentare di vigilanza

Riscossione locale: in un’Audizione in Senato Anutel chiede una riforma organica

“La riscossione delle entrate degli Enti Locali, rappresenta oggi un’attività estremamente critica, a causa del quadro normativo instabile e della