“Split payment” Professionisti: dopo l’abolizione un Ente Parco può accettare solo fatture ad esigibilità immediata?

“Split payment” Professionisti: dopo l’abolizione un Ente Parco può accettare solo fatture ad esigibilità immediata?

Il quesito:

Il Dl. n. 87/2018 che abolisce la ‘scissione dei pagamenti’ per le fatture dei Professionisti dal 14 luglio 2018 pone l’attenzione sul tipo di Cliente a cui il Professionista deve fatturare poiché lo stesso dovrà versare l’Imposta al momento dell’emissione del documento ovvero al momento del pagamento da parte del committente.

Per un Ente Parco, non ricompreso nell’art. 6, comma 5, del Dpr. n. 633/72, quale è il ragionamento da seguire ? Eravamo stati inizialmente esclusi dall’applicazione dello ‘split payment’ proprio in forza del fatto che non eravamo compresi tra i soggetti nei confronti dei quali è

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Oneri previdenziali: se a inizio mandato l’Amministratore non è iscritto ad alcuna Cassa previdenziale non spettano i versamenti forfettari

Nella Delibera n. 53 del 14 aprile 2016 della Corte dei conti Piemonte, la questione controversa riguarda un Sindaco eletto

Tfr in busta paga: siglato l’Accordo-quadro tra Mef, Ministero del Lavoro e Abi

Con una Nota pubblicata il 24 marzo 2015 sul proprio sito istituzionale, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha annunciato

“Servizi Demografici”: il Viminale autorizza la distruzione delle vecchie “Carte d’identità elettroniche”

Con un Avviso pubblicato il 1° febbraio 2017 sul proprio sito istituzionale, il Ministero dell’Interno- Direzione centrale per i Servizi

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.