Split payment: una nuova Circolare di chiarimento dell’AdE esclude gli aggi dei concessionari alla riscossione

Split payment: una nuova Circolare di chiarimento dell’AdE esclude gli aggi dei concessionari alla riscossione

L’Agenzia delle Entrate – Direzione centrale Normativa, con la Circolare n. 15/E del 13 aprile 2015 ha fornito nuovi chiarimenti in materia di split payment, di cui all’art. 1, comma 629, della Legge n. 190/14 (Legge di stabilità 2015) ed al successivo Decreto Mef 23 gennaio 2015, attuativo della norma, come modificato dal successivo Dm. 20 febbraio 2015, susseguenti a quelli già forniti, rispettivamente, con le Circolari n. 1/E del 9 febbraio 2015 e n. 6/E del 19 febbraio 2015, paragrafi 8.5, 8.6 e 8.7.

Il pronunciamento in esame ha chiarito alcuni dubbi applicativi – sia riferiti allo split payment che al reverse charge (oltre a quelli già forniti su quest’ultimo dalla recente Circolare n. 14/E del 27 marzo 2015) – emersi nel corso di questi primi tre mesi e mezzo di vita delle nuove disposizioni, sia dal lato P.A. committente che dal lato fornitore.

Per inciso, ricordiamo che recentemente sono state pubblicate sul portale Arconet del Ministero dell’Economia e delle Finanze le faq in materia di armonizzazione contabile, con le quali si è presa finalmente posizione circa le modalità di contabilizzazione finanziaria da parte degli Enti territoriali dello split payment, sia in ambito istituzionale che con riferimento alle attività rilevanti Iva, e del reverse charge.

Esaminiamo nel dettaglio i vari punti della Circolare, soffermandoci principalmente sui chiarimenti forniti ex novo rispetto ai precedenti pronunciamenti e rinviando per il resto alla lettura del pronunciamento stesso.


Related Articles

Videosorveglianza: il parere negativo sul riconoscimento facciale del Ministero dell’Interno diventa una battaglia politica in Parlamento

Col parere reso il 25 marzo 2021, il Garante per la protezione dei dati personali ha bocciato il sistema di

Responsabilità: condanna di un Dirigente per il riconoscimento di spese legali di Amministratori comunali quali debiti fuori bilancio

Corte dei conti – Sezione terza giurisdizionale centrale d’Appello – Sentenza n. 548 del 29 ottobre 2015 Oggetto Condanna del

Ad oggi, è vigente il divieto di procedere ad assunzioni a tempo indeterminato nelle Società a controllo pubblico?

  Il testo del quesito “Per la ns. Società ‘in house’ a controllo pubblico, è già vigente il blocco delle