Tarsu: l’attività di raccolta e di gestione dei rifiuti delle aree autostradali compete al Concessionario

Tarsu: l’attività di raccolta e di gestione dei rifiuti delle aree autostradali compete al Concessionario

Nell’Ordinanza n. 1341 del 18 gennaio 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che, nell’ambito delle aree autostradali e delle relative pertinenze, l’attività di raccolta e di gestione dei rifiuti compete al Concessionario dell’Autostrada, il quale, in base all’art. 14 del Dlgs. n. 285/1992, è tenuto ad attivare il relativo “Servizio di raccolta e trasporto di rifiuti” fino alla discarica. Ne consegue che, in relazione a tale attività, deve ritenersi esclusa la competenza dei Comuni, che sono pertanto privi di qualsivoglia potere impositivo ai fini della Tarsu, non essendo tale potere configurabile in favore di

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Permuta per acquisizione di un fabbricato: la differenza di valore fra i 2 immobili può essere finanziata dagli oneri di urbanizzazione

Nella Delibera n. 100 del 13 aprile 2017 della Corte dei conti Lombardia, la questione controversa riguarda la possibilità di

Servizi pubblici: si ha concessione quando l’operatore si assume in concreto i rischi economici della gestione rifacendosi sull’utenza

Nella Sentenza n. 2825 del 1°settembre 2017 della Ctp Lecce, i Giudici si esprimono in materia di accertamenti fiscali e

Debiti P.A.: assegnate le anticipazioni di cassa agli Enti Locali sciolti per far fronte al pagamento di spese indifferibili

È stato pubblicato sulla G.U. n. 3 del 4 gennaio 2019 il Dm. Interno 19 dicembre 2018, rubricato “Anticipazione di

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.