Termini per la notifica: estensione a tutti i rapporti non esauriti

Termini per la notifica: estensione a tutti i rapporti non esauriti

La Corte di Cassazione, con l’Ordinanza n. 4890 del 3 marzo 2014, ha osservato che l’art. 1 della Legge n. 296/06 ha previsto, in sostituzione di quanto precedentemente disposto dagli artt. 11 e 12, del Dlgs. n. 504/92 in materia di Ici, nuovi termini per la notifica degli avvisi di accertamento e dei ruoli per la riscossione coattiva del Tributo. Le disposizioni introdotte dalla citata Legge n. 296/06 si applicano anche a quei casi in cui sia già intervenuta la notifica dell’accertamento o del ruolo e il contribuente li abbia impugnati, instaurando un giudizio non ancora concluso al momento dell’entrata in vigore della predetta Legge. Infatti l’art. l, comma 171, della Legge n. 296/06, dispone l’applicazione di tali modifiche ai rapporti d’imposta pendenti in tale momento, escludendo quindi dal suo ambito operativo solo quelli ormai “esauriti”.


Tags assigned to this article:
cassazioneIci

Related Articles

Proventi da alienazioni di immobili di edilizia residenziale pubblica

Nella Delibera n. 31 del 9 aprile 2020 della Corte dei conti Puglia, viene chiesto un parere in materia di

Ici: cessazione della materia del contendere per annullamento degli atti di classamento presupposti

Nella Sentenza n. 12570 del 17 giugno 2016, la Corte di Cassazione si è espressa in merito al momento in

Durc: il parere del Consiglio di Stato sulla verifica della regolarità contributiva

Il Consiglio di Stato, Sezione IV, con la Sentenza n. 5064 del 14 ottobre 2014, si è espresso sulla verifica