“Tia2”: per la Cassazione è applicabile l’Iva

“Tia2”: per la Cassazione è applicabile l’Iva

L’art. 238 del Dlgs. 3 aprile 2006, n. 152 ha soppresso la “Tariffa integrata ambientale”, c.d. “Tia1”, sostituendola con la “Tariffa per la gestione dei rifiuti urbani”, poi denominata “Tariffa integrata ambientale”, c.d. “Tia2”. La nuova disciplina individua il fatto generatore dell’obbligo del pagamento nella produzione di rifiuti, legandolo alla effettiva fruizione del Servizio e commisurando l’entità del dovuto alla quantità e qualità dei rifiuti prodotti, e afferma in modo chiaro ed innovativo la natura di “corrispettivo” della Tariffa. La “Tia2” ha natura privatistica e non

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Albo dei Commissari di gara: diramate le istruzioni per il versamento della tariffa spettante all’Anac

Con un Comunicato del Presidente dell’Autorità nazionale Anticorruzione, pubblicato il 6 settembre 2018, sono state diffuse le Istruzioni operative per

Proroga di incarichi a soggetti in quiescenza: occorre verificare quando è stato stipulato il contratto

  Nella Delibera n. 185 del 27 maggio 2015 della Corte dei conti Sicilia, un Sindaco inoltrava richiesta di parere

Trasferimenti erariali: la Circolare della Finanza locale sul rimborso dell’Iva sul “Trasporto pubblico locale”

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale per la Finanza locale, con la Circolare n. 1/15 del 9 febbraio 2015, ha