Tpl: via libera del Tar alla prosecuzione del contratto con l’attuale gestore nonostante l’informativa ostativa antimafia

Tpl: via libera del Tar alla prosecuzione del contratto con l’attuale gestore nonostante l’informativa ostativa antimafia

Il Tar Campania, con la Sentenza n. 5692 del 5 novembre 2014, afferma che è legittimo il provvedimento con cui una Regione, riscontrando la richiesta del Consorzio ricorrente di subentrare nel contratto di “Trasporto pubblico locale”, ha confermato la prosecuzione del rapporto contrattuale con l’attuale gestore colpito da informativa ostativa antimafia. Infatti, l’Amministrazione resistente ha legittimamente applicato l’art. 94, comma 3, del Dlgs. n. 159/11 che consente di non procedere alla revoca delle concessioni o al recesso dai contratti per forniture di beni e servizi con soggetti colpiti da interdittiva antimafia, qualora tali soggetti non siano sostituibili in tempi rapidi e la fornitura o il servizio siano essenziali per il perseguimento dell’interesse pubblico. Inoltre, ha ritenuto che l’interruzione del Servizio di “Trasporto pubblico locale” svolto dall’impresa controinteressata avrebbe determinato un sicuro pregiudizio per l’interesse pubblico, nelle more dell’espletamento della procedura di gara per l’affidamento definitivo del servizio, non essendo possibile sostituire immediatamente la concessionaria del servizio pubblico neanche per il tempo strettamente necessario all’espletamento della gara definitiva. L’Amministrazione, con determinazione discrezionale non irragionevole, mostra di aver implicitamente valutato che anche una eventuale procedura ristretta per l’affidamento provvisorio del servizio ad altra impresa avrebbe richiesto un tempo incompatibile con le esigenze di continuità del Servizio di “Trasporto pubblico locale”.



Related Articles

Gare d’appalto: il fatto che si svolgano sul Mepa non solleva le stazioni appaltanti dall’obbligo di verificare i requisiti dell’aggiudicatario

Il fatto che Consip effettui dei controlli sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive in ordine al possesso dei requisiti di carattere

Farmacie comunali: consentita la vendita di “dpi” anche in assenza di imballaggi ma con le dovute cautele igieniche e senza speculazioni

E’ stata pubblicata sulla G.U. n. 96 del 10 aprile 2020 l’Ordinanza 9 aprile 2020 della Protezione civile, avente ad

Debiti certi, liquidi ed esigibili: Cassa Depositi e Prestiti lancia la Piattaforma per l’anticipazione dei pagamenti della P.A.

E’ operativa dal 15 gennaio 2019 la nuova Piattaforma messa in campo da Cassa Depositi e Prestiti per l’anticipazione dei