Trasferimenti: al via il conguaglio del contributo spettante ai Comuni a seguito dell’abolizione della seconda rata Imu

Trasferimenti: al via il conguaglio del contributo spettante ai Comuni a seguito dell’abolizione della seconda rata Imu

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 271 del 21 novembre 2014, S.O. n. 88, il Decreto emanato dal Mef di concerto con il Ministero dell’Interno, recante “Determinazione a conguaglio del contributo compensativo spettante ai comuni a seguito dell’abolizione della seconda rata dell’Imu 2013”.

Con il provvedimento in questione viene assegnato ai Comuni di cui all’Allegato “A” un contributo compensativo, a conguaglio, dell’importo complessivo di 348.527.350,73 Euro, risultante dalla differenza tra le risorse di cui all’art. 1, comma 3, del Dl. n. 133/13, convertito, con modificazioni, dalla Legge n. 5/14 e quelle distribuite ai sensi dei commi 4 e 8 dello stesso art. 1.

Gli importi delle singole quote attribuite a ciascun Ente territoriale erano stati anticipati sul sito del Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale il 19 settembre 2014, a seguito della Conferenza Stato-città ed Autonomie locali dell’11 settembre 2014, nel corso della quale era stato dato L’art 2 del Dm. dispone che, per i Comuni delle Regioni a statuto speciale Friuli-Venezia Giulia e Valle d’Aosta e delle Province autonome di Trento e di Bolzano a cui la legge attribuisce competenza in materia di finanza locale, la compensazione del minor gettito Imu avvenga attraverso un minor accantonamento, per l’importo complessivo di 950.137,31 Euro (vedi Allegato “A”) a valere sulle quote di compartecipazione ai tributi erariali, ai sensi dell’art. 13, comma 17, del Dl. n. 201/11, convertito, con modificazioni, dalla Legge n. 214/11.


Tags assigned to this article:
conguaglioImutrasferimenti

Related Articles

Revisori Enti Locali: il 30 aprile scade il termine per il versamento del contributo annuale per l’iscrizione all’Elenco

Tutti i soggetti iscritti nell’Elenco dei Revisori dei conti degli Enti Locali, di cui al Dm. Interno 15 febbraio 2012,

Nonna Papera e i controlli interni

Nota dell’autore Recentemente la Corte dei conti – Sezione Autonomie, è intervenuta con la Delibera n. 22/2019, intitolata “Linee guida

Ici: i presupposti di imposizione sui fabbricati rurali

Nell’Ordinanza n. 21878 del 7 settembre 2018 della Corte di Cassazione, la questione controversa in esame riguarda i presupposti impositivi