Trasferimenti erariali: ai Comuni il contributo per la raccolta dei rifiuti nelle Scuole

Trasferimenti erariali: ai Comuni il contributo per la raccolta dei rifiuti nelle Scuole

Arriva ai Comuni il contributo, da parte del Ministero dell’Istruzione, delle spese di funzionamento connesse al “Servizio di raccolta, recupero e smaltimento dei rifiuti solidi e urbani” nelle Istituzioni scolastiche.

Si tratta di un importo forfettario di Euro 38.734.000, stabilito nel 2001 in sede di Conferenza Stato-Città ed Autonomia locali e da allora invariato, distribuito tra 6.637 Comuni per il “Servizio di raccolta dei rifiuti” nelle Scuole. I criteri utilizzati sono il numero degli alunni e la percentuale di raccolta differenziata dei Comuni. Il contributo viene erogato ai Comuni dal 2008.

Per l’annualità 2019 il riparto è stato approvato con Delibera di attuazione nella Conferenza Stato-Città ed Autonomie locali 7 novembre 2019, riconoscendo una percentuale aggiuntiva dell’8% ai 3.898 Comuni (919 in più rispetto allo scorso anno) che raggiungono la soglia minima di raccolta differenziata del 65%, relativi all’anno 2017 come da dati dell’Ispra.


Related Articles

Bilancio di previsione 2020-2022 degli Enti Locali: termini per l’approvazione prorogati al 30 aprile 2020

E’ stato pubblicato in G.U. n. 50 del 28 febbraio 2020 il Decreto del Ministero dell’Interno 28 febbraio 2020, recante

“Piano pluriennale di riequilibrio”: mancato rispetto del termine perentorio di 90 giorni per l’approvazione

Nella Sentenza n. 49 del 21 dicembre 2017 della Corte dei conti, le Sezioni Riunite sono chiamate a stabilire se

Condanna di un Segretario comunale per indennità economiche derivanti dall’esercizio della funzione di Direttore generale

Corte dei conti, Sezione Prima giurisdizionale centrale d’Appello, Sentenza n. 25 del 5 febbraio 2021 di Antonio Tirelli Oggetto Condanna

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.