Trasferimenti erariali: disposto il pagamento di 200 milioni di Euro per i Comuni delle Province di Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi e Piacenza

Trasferimenti erariali: disposto il pagamento di 200 milioni di Euro per i Comuni delle Province di Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi e Piacenza

Con il Comunicato n. 2 del 29 maggio 2020, il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, ha annunciato l’avvenuta emanazione, il 27 maggio 2020, del Decreto applicativo dell’art. 112 del Dl. n. 34 del 19 maggio 2020 (c.d. “Decreto Rilancio”).

Ricordiamo che – in ragione della particolare gravità assunta dall’andamento dei contagi da “Covid-19” nelle Province di Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi e Piacenza – la norma citata ha disposto l’istituzione, presso il Dicastero dell’Interno, di un “Fondo” specifico da destinare ai Comuni ricadenti nei loro territori.

La dotazione del “Fondo” in parola è pari a Euro 200 milioni per l’anno corrente. Come si apprende dalla Nota ministeriale, il 28 maggio scorso è stato disposto il pagamento delle quote spettanti a ciascuno dei Comuni in questione. Tali somme dovranno essere destinate obbligatoriamente ad interventi di sostegno di carattere economico e sociale connessi con l’emergenza sanitaria da “Covid-19”.

Il “Fondo” è stato ripartito sulla base della popolazione residente e gli importi destinati ai singoli Enti possono essere consultati sul sito della Direzione centrale per la Finanza locale del Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali, nella Sezione “Banca dati – pagamenti”.


Related Articles

Iva: possono essere soggette a ricevere la fattura elettronica per appalti pubblici anche Stazioni appaltanti escluse dallo “split payment”

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta n. 577 del 10 dicembre 2020, ha dato istruzioni in merito all’ambito applicativo dello

Rup e Presidente della Commissione: anche il Tar Lombardia e Lazio ritengono possibile cumulo delle due funzioni

Nella Sentenza n. 443 del15 febbraio 2018 del Tar Lombardia, la questione controversa in esame riguarda l’incompatibilità tra Presidente della

Acquisto di beni immobili da parte di un Comune

Nella Delibera n. 22 del 26 gennaio 2015 della Corte di conti Lombardia, un Sindaco chiede un parere sulla possibilità

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.