Trasferimenti erariali: revocati quasi 4 milioni di fondi assegnati a Comuni per la tutela di ambiente e beni culturali

Trasferimenti erariali: revocati quasi 4 milioni di fondi assegnati a Comuni per la tutela di ambiente e beni culturali

Con il Decreto 6 ottobre 2014, pubblicato sulla G.U. n. 241 del 16 ottobre 2014, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha disposto la revoca di contributi per un valore complessivo di Euro 3.803.000, erogati con i Decreti 18 marzo 2005, 8 luglio 2005, 1° marzo 2006, 7 marzo 2006, 3 agosto 2007 e 29 novembre 2007.

I contributi – come si evince dagli elenchi dettagliati allegati al Decreto in commento – erano stati prevalentemente assegnati a Comuni affinché realizzassero interventi volti a tutelare l’ambiente e i beni culturali o perché promuovessero lo sviluppo economico e sociale del proprio territorio (commi 28 e 29 della Legge n. 311/04 – “Finanziaria 2005”).

Le somme sono state revocate per le seguenti ragioni:

  1. gli Enti beneficiari non hanno attestato l’utilizzo o fornito alcuna comunicazione;
  2. istruttorie avviate dalle Ragionerie territoriali dello Stato;
  3. contributi non utilizzati e restituiti dagli Enti.

Tags assigned to this article:
revocatrasferimenti

Related Articles

Entrate tributarie: nel primo bimestre 2017 sono state pari a 64,6 miliardi

Nei primi 2 mesi del 2017 le entrate tributarie erariali, accertate in base al criterio della competenza giuridica, ammontano a

Ici: soggettività passiva beni oggetto di sequestro in pendenza di procedura espropriativa

Nella Sentenza n. 22216 del 30 ottobre 2015 della Corte di Cassazione, la Suprema Corte ha rilevato che il soggetto

Tarsu: la Tassa è dovuta anche in presenza di atti vandalici

Nell’Ordinanza n. 18854 del 23 settembre 2015 della Corte di Cassazione, in tema di Tarsu, sulla base degli artt. 62