Trasparenza: per le P.A. scatta l’obbligo di inserire uno scadenzario sul proprio sito web

Un nuovo adempimento relativo alla Trasparenza è stato introdotto per mezzo del Dpcm. 8 novembre 2013, pubblicato sulla G.U. n. 298 del 20 dicembre 2013 e recante “Modalitá per la pubblicazione dello scadenzario contenente l’indicazione delle date di efficacia dei nuovi obblighi amministrativi introdotti, ai sensi del comma 1-bis dell’art. 12, del Dlgs. 14 marzo 2013, n. 33”.

Si tratta dello “scadenzario on line”, che dovrá essere inserito su ogni sito web istituzionale delle Pubbliche Amministrazioni entro 30 giorni dalla pubblicazione del Dpcm. in G.U..

Gli scadenzari dovranno essere aggiornati ogni qualvolta venga approvato un provvedimento che introduce un nuovo obbligo.

Per ogni adempimento dovranno essere indicati:

ü  denominazione;

ü  sintesi o breve descrizione del contenuto;

ü  riferimento normativo;

ü  collegamento alla pagina del sito che contiene le informazioni sull’adempimento e sul procedimento.

Gli scadenzari dovranno avere una collocazione precisa e univoca su tutti i siti delle P.A., ivi compresi quelli degli Enti Locali. Dovranno essere collocati all’interno della Sezione “Amministrazione Trasparente”, seguendo il seguente percorso: “Amministrazione trasparente” → “Disposizioni generali” → “Oneri informativi per cittadini e imprese”. Le Sezioni dovranno essere denominate “Scadenzario dei nuovi obblighi amministrativi”, ed al loro interno si dovranno distinguere le scadenze che riguardano i cittadini e quelle inerenti alle imprese.

L’introduzione di questo strumento era stata prevista dall’art. 6 del Dlgs. n. 33/13 (“Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicitá, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle Pubbliche Amministrazioni”) ma è fortemente connesso anche al cosiddetto “Decreto del fare” (Dl. n. 59/13, convertito con modificazioni dalla Legge n. 98/13,), in quanto detta norma ha previsto – salvo casi particolari – l’accorpamento delle scadenze in 2 momenti precisi di ogni anno: il 1º gennaio e il 1º luglio.

I dati relativi ai nuovi obblighi inseriti nello scadenzario, incluso il link diretto alla pagina web, dovranno essere comunicati da ogni P.A. al Dipartimento della Funzione pubblica tramite Posta certificata all’indirizzo protocollo_dfp@mailbox.governo.it, oppure via e-mail a scadenzarioPA@funzionepubblica.it


Tags assigned to this article:
trasparenza

Related Articles

Spesa per il personale: Comune istituito a seguito di fusione

Nella Delibera n. 4 del 10 gennaio 2018 della Corte dei conti Lombardia, un Comune risultante da fusione per incorporazione,

“Borse-lavoro”: se la finalità assistenziale è prevalente, l’Ente può non ricomprendere i relativi importi tra le spese del personale

Nella Delibera n. 14 del 28 febbraio 2018 della corte dei conti Molise, un Sindaco chiede un parere in ordine

“Anticorruzione”: per l’Anac molti i limiti delle norme vigenti, sospesi i controlli sulle partecipate fino alla costituzione di un Tavolo ad hoc

L’Autorità nazionale Anticorruzione (Anac, ex Civit) ha predisposto e trasmesso al Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione un

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.