Accertamento: contenuto Pronuncia Giudice tributario  

Accertamento: contenuto Pronuncia Giudice tributario   

La Corte di Cassazione – con la  Sentenza 19 settembre 2014, n. 19750 – ha affermato che il processo tributario non è diretto alla mera eliminazione giuridica dell’atto impugnato, ma ad una pronuncia di merito, sostitutiva sia della dichiarazione resa dal contribuente che dell’accertamento dell’ufficio. Il Giudice adito, ove ritenga invalido l’avviso di accertamento per motivi di ordine sostanziale (e non meramente formale), è quindi tenuto ad esaminare nel merito la pretesa tributaria e a ricondurla, mediante una motivata valutazione sostitutiva, entro i limiti posti dalle domande di parte.


Tags assigned to this article:
cassazionetributi

Related Articles

Tari: pubblicata la Relazione annuale 2019 di Arera sullo stato dei servizi e sull’attività svolta

È stata presentata lo scorso 17 settembre 2020 al Parlamento e al Governo la “Relazione annuale 2019 sullo Stato dei

Riscossione: l’Agenzia delle Entrate introduce le nuove modalità di comunicazione dell’indirizzo Pec per la notifica degli atti

Con il Provvedimento 28 giugno 2017 n. 120768, l’Agenzia delle Entrate introduce le nuove modalità di comunicazione dell’indirizzo Pec per

Fermo amministrativo: non è legittimo se pregiudica il regolare funzionamento dell’attività lavorativa del contribuente

La Sentenza n. 744/02/14 della Ctp Ravenna riguarda una controversia intrapresa da un contribuente che non aveva pagato la Tarsu