Amministratori e Consiglieri provinciali: la Corte si esprime sull’ammissibilità dei rimborsi per spese di trasporto e parcheggio

Amministratori e Consiglieri provinciali: la Corte si esprime sull’ammissibilità dei rimborsi per spese di trasporto e parcheggio

Nella Delibera n. 34 del 25 marzo 2015 della Corte dei conti Abruzzo, la richiesta di parere riguarda 2 quesiti in materia di rimborso delle spese di viaggio dei Consiglieri provinciali. In particolare, con il primo quesito viene chiesto se, in caso di utilizzo del mezzo proprio, ai Consiglieri delegati delle Province (nuovi Enti di area vasta), in considerazione della gratuità dei loro incarichi, spetti un rimborso spese da calcolarsi in base agli oneri che in concreto l’Ente avrebbe sostenuto per le sole spese di trasporto in ipotesi di utilizzo dei mezzi pubblici ovvero se ad essi possa essere riconosciuto

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Tags assigned to this article:
Amministratoricomunirimborsospese

Related Articles

Fattura elettronica: un fac-simile di comunicazione da inviare ai vari Uffici dell’Ente su come gestirle

Come noto, dal 31 marzo 2015 gli Enti Locali non possono più accettare fatture emesse[1] in formato analogico (cartacee o

“E-fattura”: esclusi i servizi di ricarica dei veicoli ad alimentazione elettrica, dal momento che i colonnini sono “distributori automatici”

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 149 del 21 maggio 2019, ha chiarito che sono esonerati

Crescita sostenibile: via libera a Programmi per 10 miliardi di Euro destinati a Regioni e Città metropolitane

Con la Notizia pubblicata sul proprio sito istituzionale in data 23 novembre 2022, il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica