Appalti e lavori pubblici: chiarimenti Avcp in materia di “Soa” e in tema di requisiti per la partecipazione alle gare

L’Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture (Avcp) ha pubblicato sul proprio sito internet, in data 6 febbraio 2014, il Comunicato del Presidente n. 1 del 29 gennaio 2014, recante “Utilizzo dei lavori subappaltati ai fini della qualificazione – annullamento dell’art. 85, comma 1, lett. b), nn. 2 e 3, Dpr. n. 207/10”, e la Determinazione n. 1 del 15 gennaio 2014 (“Linee guida per l’applicazione dell’art. 48 del Dlgs. 12 aprile 2006, n. 163”).

Con il primo dei pronunciamenti citati, il Comunicato n. 1/14, l’Avcp ha fornito una serie di indicazioni rivolte alle “Società organismo di attestazione” (“Soa”). Tra i chiarimenti più significativi segnaliamo il seguente: “In caso di subappalto eccedente le quote del 30 e del 40% – fermo restando quanto previsto dall’art. 37, comma 11, del Codice – l’impresa affidataria può utilizzare, ai fini della qualificazione nella singola categoria scorporabile, l’intero importo dei lavori dalla stessa direttamente eseguiti in tale categoria, nonché una quota dei lavori subappaltati (pari ad un massimo del 30% o del 40%) avvalendosene in alternativa per la qualificazione nella categoria prevalente, ovvero ripartita tra categoria prevalente e categoria scorporabile”.

Per quanto riguarda poi la Determinazione n. 1 del 15 gennaio 2014, le indicazioni operative fornite sono rivolte alle stazioni appaltanti e agli operatori economici. “In seguito all’evoluzione normativa e giurisprudenziale, relativa al procedimento di verifica dei requisiti speciali per la partecipazione alle procedure di affidamento dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture (art. 48 del Dlgs. 12 aprile 2006, n. 163), l’Autorità – si legge – ha riesaminato la materia – già affrontata con la Determinazione n. 5 del 2009 – con una nuova Determinazione al fine di fornire nuove indicazioni operative alle stazioni appaltanti ed agli operatori economici”.


Tags assigned to this article:
AvcpSOA

Related Articles

Incarichi di progettazione: per l’affidamento diretto serve la puntuale motivazione

Nella Delibera n. 19 del 18 febbraio 2015 l’Anac si esprime sul caso di un Comune che, con Deliberazione della

Offerte migliorative e varianti progettuali: Tar e Palazzo Spada chiariscono la differenza tra le une e le altre

Nella Sentenza n.478 del 14 maggio 2017 del Tar Lombardia, i Giudici si esprimono sulla distinzione tra nozione di mera

Appalti: non sono autonomamente lesivi, ai fini della proposizione del ricorso, i chiarimenti resi dall’Ente

Ribadendo un orientamento giurisprudenziale ormai consolidato, il Tar Piemonte, Sezione I, 6 febbraio 2015, n. 251 ritiene inammissibile un ricorso

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.