Centrali di committenza: la normativa italiana è compatibile con il diritto euro-unitario

Centrali di committenza: la normativa italiana è compatibile con il diritto euro-unitario

Nella Sentenza C- 3/19 del 4 giugno 2020 della Cgue, i Giudici affermano che non contrasta con il diritto euro-unitario, alla luce dei Principi di principi di libera prestazione dei servizi e di massima apertura alla concorrenza delle procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici di servizi, la normativa interna sugli affidamenti contrattuali da parte dei piccoli Comuni a mezzo delle “Centrali di committenza”. Nello specifico, laddove si riducono i modelli organizzativi utilizzabili (escludendo la partecipazione anche di soggetti privati) nonché laddove si limita l’ambito territoriale della loro operatività.


Related Articles

Procedure di somma urgenza: chiarimenti Anac sulla presentazione delle Istanze per il rilascio del parere sulla congruità del prezzo

L’art. 163 del Dlgs. n. 50/2016, recante “Procedure in caso di somma urgenza e di protezione civile”, al comma 9

Scuola: criteri e requisiti delle Mense biologiche

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 79 del 5 aprile 2018 il Dm. 18 dicembre 2017 del Ministero delle

Titolo di studio richiesto dal bando di gara: la valutazione di equipollenza deve essere formulata da un atto normativo

Nella Sentenza n. 5924 del 30 agosto 2019 del Consiglio di Stato, i Giudici affermano che ove il bando richieda,

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.