Cessazioni 2015: la capacità assunzionale che ne deriva deve essere destinata alla ricollocazione del personale delle Province

Cessazioni 2015: la capacità assunzionale che ne deriva deve essere destinata alla ricollocazione del personale delle Province

Nella Delibera n. 37 del 4 febbraio 2016 della Corte dei conti Lombardia, il quesito posto riguarda la corretta interpretazione dell’art. 1, comma 424, della Legge n. 190/14, con particolare riferimento alla possibilità di effettuare, nel 2016, l’assunzione a tempo indeterminato di un dipendente inquadrato in Categoria C, utilizzando la cessazione del 2013 (non soggetta ai vincoli posti dall’art. 1, comma 424 della Legge n. 190/14 finalizzati a garantire il riassorbimento del personale provinciale) e le risorse finanziarie e di spesa di personale derivanti dalla cessazione nel 2015 di un dipendente inquadrato in categoria D (soggetto ai vincoli posti dall’art. 1, comma 424, della Legge n. 190/14).

In sostanza, quindi, deve essere stabilito se, alla luce della disposizione di cui all’art. 1, comma 424, della Legge n. 190/14, intesa a favorire il ricollocamento del personale soprannumerario delle Province, un Comune possa procedere all’assunzione di una unità di personale sulla base della capacità assunzionale derivante da cessazioni avvenute nel 2013 e nel 2015.

La Sezione risponde negativamente al quesito formulato dal Comune istante, affermando che la capacità assunzionale scaturita da cessazioni intervenute nel 2015 deve essere interamente destinata alla ricollocazione del personale delle Province, e non può essere cumulata con quella derivante da cessazioni del 2013 ai fini dell’assunzione di altra unità di personale senza incorrere nei vincoli di cui all’art. 1, comma 424, della Legge n. 190/14.

Delibera n. 37 del 4 febbraio 2016 – Corte dei conti Lombardia


Related Articles

Amministratori con lavoro autonomo: la Corte toscana torna sul tema del versamento degli oneri previdenziali da parte dei Comuni

Nella Delibera n. 237 del 12 novembre 2014 della Corte dei conti Toscana, un Sindaco ha chiesto, un parere sui

Revisori Enti Locali: scatta la prima integrazione dell’Elenco 2018

L’Elenco dei Revisori degli Enti Locali, approvato con il Decreto del Ministero dell’Interno 21 dicembre 2017 ed entrato in vigore

“Covid-19”: pubblicate le misure sull’adozione del “Digital Green Certificate” e relativa Piattaforma nazionale

È stato pubblicato nella G.U. n. 143 del 17 giugno 2021 il Dpcm. 17 giugno 2021, contenente le disposizioni attuative