Concessione “ad aedificandum” su un’area demaniale: può dare luogo ad un diritto di natura sia reale che personale

Concessione “ad aedificandum” su un’area demaniale: può dare luogo ad un diritto di natura sia reale che personale

Nella Sentenza n. 12798 del 21 giugno 2016, la Corte di Cassazione afferma che, ai fini della soggezione all’Ici, nel caso di assegnazione di un’area demaniale per la costruzione di un opificio industriale, il provvedimento amministrativo di concessione “ad aedificandum” su un area demaniale può in astratto dare luogo, sia ad un diritto di natura reale, riconducibile alla proprietà superficiaria, sia ad un diritto di natura personale, che può essere fatto valere nei confronti del solo concedente, gravando sulla parte che invocasse tale seconda configurazione giuridica l’onere di dedurre chiari indici rilevatori, tra i quali rilievo decisivo deve

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Contenzioso: in calo del 7,2% le liti tributarie pendenti nel quarto trimestre 2015

In linea con i precedenti, anche nell’ultimo trimestre 2015 si è confermata la tendenza al caso delle controversie tributarie pendenti,

Notifica: gli avvisi di accertamento se non impugnati nei termini di legge divengono titolo esecutivo

Nell’Ordinanza n. 12934 del 23 maggio 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che il Concessionario ha

Tarsu: cartella di pagamento e termine di decadenza

Nell’Ordinanza n. 18105 del 21 luglio 2017 della Corte di Cassazione una Società, su richiesta di un Comune, presentava il