Giudicati contrastanti: per la Cassazione prevale il più recente

Giudicati contrastanti: per la Cassazione prevale il più recente

La Corte di Cassazione con la Sentenza n. 8305 del 9 aprile 2014, ha affermato che se sulla medesima questione si sono formati più giudicati contrastanti prevale l’ultimo formatosi in ordine temporale. Il criterio non trova applicazione quando l’ultima Sentenza è sottoposta a revocazione, mezzo di gravame esperibile solo quanto l’altra Sentenza che si è pronunciata sul merito non si sia espressa sulla relativa eccezione di giudicato.


Tags assigned to this article:
contrastosentenze

Related Articles

“Piano pluriennale di riequilibrio”: mancato rispetto del termine perentorio di 90 giorni per l’approvazione

Nella Sentenza n. 49 del 21 dicembre 2017 della Corte dei conti, le Sezioni Riunite sono chiamate a stabilire se

Iva: obbligo di emissione di FatturaPA anche nei confronti dell’Amministrazione di Giustizia da parte dei Ctu

L’Agenzia delle Entrate, con il Principio di diritto n. 13 del 12 agosto 2020, ha ricordato le modalità di fatturazione

Risultato di amministrazione e “procedura di risanamento finanziario pluriennale”

Nella Delibera n. 62 del 20 marzo 2019 della Corte dei conti Campania, viene chiesto un parere sulla condotta che