Giurisdizione Corte dei conti: solo se le Società hanno i requisiti delle “in house providing”

Giurisdizione Corte dei conti: solo se le Società hanno i requisiti delle “in house providing”

Nell’Ordinanza n. 7824 del 14 aprile 2020 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che la verifica della ricorrenza dei requisiti propri della Società “in house”, i quali costituiscono il presupposto della giurisdizione della Corte dei conti sull’azione di responsabilità esercitata nei confronti degli organi sociali per i danni da essi cagionati al patrimonio della Società, deve compiersi con riguardo alle norme ed alle previsioni statutarie vigenti alla data del fatto illecito. Dunque, la cognizione in ordine all’azione di responsabilità promossa nei confronti degli organi di gestione e di controllo di Società di capitali partecipate da Enti pubblici spetta alla Corte dei conti solo nel caso in cui tali Società abbiano, al momento delle condotte ritenute illecite, tutti i requisiti per essere definite “in house providing”, i quali devono risultare da precise disposizioni statutarie in vigore all’epoca, non avendo alcun rilievo la loro ricorrenza in fatto.


Related Articles

Certificazione del saldo: trasmissione tardiva

Nella Delibera n. 287 del 25 ottobre 2017 della Corte dei conti Lombardia, viene chiesto un parere riguardante la corretta

“Anagrafe nazionale della popolazione residente”: via libera del Consiglio dei Ministri al Regolamento

Il Consiglio dei Ministri ha approvato lo scorso 3 luglio 2015 un Regolamento, da adottarsi con Dpr., che adegua il

Fondo inquilini morosi incolpevoli: pubblicato il riparto dei Fondi per il 2021

È stato pubblicato sulla G.U. n. 225 del 20 settembre 2021 il Decreto 30 luglio 2021 del Ministero delle Infrastrutture

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.