Ici: l’attribuzione della qualità di pertinenza si fonda sul criterio fattuale

Ici: l’attribuzione della qualità di pertinenza si fonda sul criterio fattuale

Nell’Ordinanza n. 18323 del 25 luglio 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che, in tema di Ici, l’art. 2 del Dlgs. n. 504/92, che esclude l’autonoma tassabilità delle aree pertinenziali, fonda l’attribuzione della qualità di “pertinenza” sul criterio fattuale e cioè sulla destinazione effettiva e concreta della cosa al servizio od ornamento di un’altra, senza che rilevi l’intervenuto frazionamento dell’area posta a servizio di un edificio, avente esclusivo rilievo formale.

Pertanto, la sopravvenuta modifica catastale assume valore solo formale, anche se rimane a carico del contribuente l’onere di provare la presenza in concreto dei presupposti sui quali si fonda la qualità di pertinenza.


Related Articles

Ici: i presupposti dell’agevolazione per abitazione principale

Nell’Ordinanza n. 26320 del 18 ottobre 2018 della Corte di Cassazione, viene trattato il tema delle agevolazioni Ici per l’abitazione

Riscossione: Istanza di accertamento con adesione

Nell’Ordinanza n. 15755 del 23 luglio 2020 della Corte di Cassazione, la Suprema Corte rileva che l’Istanza di accertamento con

Tarsu e box auto

Nell’Ordinanza n. 17312 del 13 luglio 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità si esprimono sulla Tarsu relativa