Immobili di interesse storico e inagibili

Immobili di interesse storico e inagibili

Nella Sentenza n. 14279 dell’8 luglio 2020 della Corte di Cassazione, una Società impugnava un avviso di accertamento Ici con cui un Comune aveva rettificato nella somma di Euro 6.656,00 l’importo dell’Iuc (Imu e Tasi) dovuto per l’anno 2013 per un immobile. In particolare, la parte ricorrente contestava l’impugnato atto impositivo in quanto il Comune in questione non aveva cumulato le 2 agevolazioni (immobile di interesse storico-artistico e dichiarato inagibile o inabitabile) spettanti al contribuente.

La Suprema Corte osserva quanto stabilito dall’art. 13, comma 3 del Dl. n. 201/2011: “la base imponibile dell’Imposta municipale propria è costituita dal valore

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Legge di stabilità 2016”: il commento, comma per comma, delle misure di interesse per gli Enti Locali

E’ stata pubblicata sulla G.U. n. 302 del 30 dicembre 2015 (S.O. n. 70), ed è in vigore dal 1°

Tari: Nota Ifel sull’applicazione delle tariffe agli Agriturismi

Con la Nota 23 aprile 2019, pubblicata sul proprio sito web istituzionale, l’Ifel ha affrontato il tema delle tariffe Tari

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.