Incentivi per funzioni tecniche: non possono essere riconosciuti in caso di affidamento diretto

Incentivi per funzioni tecniche: non possono essere riconosciuti in caso di affidamento diretto

Nella Delibera n. 60 del 9 settembre 2020 della Corte dei conti Lazio, viene chiesto un parere in merito all’interpretazione dell’art. 113, commi 1 e 2, del Dlgs. n. 50/2016, che reca la disciplina degli incentivi per funzioni tecniche. Nello specifico, premessa la necessità di chiarire se l’espressione “importo dei lavori, servizi e forniture, posti a base di gara”, utilizzata dalla norma, debba intendersi nel senso di “prezzo dei lavori o della fornitura al netto dell’Iva”, il Comune in questione chiede se sia possibile riconoscere legittimamente gli incentivi di cui all’art. 113, comma 2 anche nei

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Assunzioni e spese di personale

Nella Delibera n. 310 dell’8 novembre 2017 della Corte dei conti Lombardia, viene chiesto un parere riguardante i limiti sottostanti

Le 5 novità per gli appalti sottosoglia dopo il “Decreto Sblocca-cantieri”

L’entrata in vigore del Dl. n. 32/2019, cosidetto “Sblocca-Cantieri”, ha apportato numerose novità nel campo degli appalti sotto-soglia: si tratta,

Ordine professionale: non può contestare in giudizio la legittimità di un bando di gara

  La legittimazione degli Ordini professionali a contestare bandi di gara e/o per affidamento di incarichi professionali è generalmente riconosciuta

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.