Notifiche atti: i casi di inesistenza e nullità

Notifiche atti: i casi di inesistenza e nullità

Nell’Ordinanza n. 20303 del 25 settembre 2020 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che sussiste radicale inesistenza della notifica soltanto quando la stessa venga effettuata “in luogo o a persona privi di qualsiasi rapporto con il suo destinatario”. Peraltro, nel caso in cui la notifica sia stata eseguita in un luogo che ha pur sempre un collegamento con il destinatario, non è giuridicamente inesistente, ma è affetta da nullità, sanabile “ex tunc” per effetto del raggiungimento dello scopo dell’atto, sia mediante la rinnovazione della notificazione, cui la parte istante provveda spontaneamente o in esecuzione dell’ordine impartito dal Giudice, sia mediante la costituzione in giudizio dell’intimato. È stato altresì statuito che la variazione di domicilio del procuratore costituito non incide sulla relazione con la parte interessata.


Related Articles

Pensionati per studenti e Case per ferie: esenzione Ici ammissibile solo se condotte con modalità non commerciali

Nell’Ordinanza n. 17573 del 14 luglio 2017 della Corte di Cassazione, la questione controversa riguarda l’impugnazione di alcuni accertamenti Ici

Riscossione: nullità dell’iscrizione ipotecaria

Nell’Ordinanza n. 18964 dell’11 settembre 2020 della Corte di Cassazione, la Suprema Corte afferma che, in materia di riscossione coattiva

Catasto: Circolare su accatastamento delle unità immobiliari urbane a destinazione speciale

E’ stata pubblicata la Circolare Agenzia delle Entrate – Direzione centrale Catasto, Cartografia e Pubblicità immobiliare n. 2/E del 1°

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.