Ordinanze sindacali contingibili e urgenti e normativa statale

Ordinanze sindacali contingibili e urgenti e normativa statale

Nella Sentenza n. 733 del 22 maggio 2020 del Tar Bari, i Giudici chiariscono che, in caso di emergenza epidemiologica di rilievo internazionale, le misure di contenimento del contagio previste dalla normativa statale e, in particolare, da quella regolamentare di carattere governativo, di cui al Dpcm. 22 marzo 2020 e al Dl. n. 19/2020, intimano il rispetto del Principio di non contraddizione dell’ordinamento giuridico. Per questa ragione il Sindaco può esercitare il potere di ordinanza extra ordinem, di regola affidatogli in periodo non emergenziale, ma non può assumere decisioni in contrasto con la normativa statale. Il Sindaco, chiamato ad adottare ordinanze contingibili e urgenti in periodo di “Covid-19” deve esercitare il suo potere in base ai seguenti criteri:

a) scelta della misura nell’ambito di un catalogo definito dalla normativa statale e governativa di tipo regolamentare;

b) predeterminazione della durata degli effetti del provvedimento;

c) adeguata motivazione della indispensabilità della decisione straordinaria, sulla base di dati epidemiologici attendibili circa il sopravvenuto aggravamento del rischio sanitario nel territorio di riferimento.    


Related Articles

Distributori automatici tabacchi e “gratta e vinci”: non vige l’obbligo di invio telematico dei corrispettivi

Con la Risoluzione n. 44/E del 5 aprile 2017, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito ai distributori automatici

“Terzo Settore”: individuate le Associazioni senza fine di lucro esentate dall’Ires per il 2014

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 298 del 24 dicembre 2014 il Decreto Ministero dell’Economia e delle Finanze 16 dicembre

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.