Prezzi benchmark Consip: punto di riferimento per acquisti di beni e servizi da parte delle P.A.

Prezzi benchmark Consip: punto di riferimento per acquisti di beni e servizi da parte delle P.A.

L’art. 10, comma 3, del Dl. n. 66/14, convertito con Legge n. 89/14, aveva previsto che il Ministro dell’Economia e delle Finanze dovesse individuare con proprio Decreto le prestazioni principali in relazione alle caratteristiche essenziali dei beni e servizi oggetto delle Convenzioni stipulate da Consip Spa ai sensi dell’art. 26 della Legge n. 488/99, cui era stato possibile ricorrere tra il 1° gennaio 2013 e il 24 aprile 2014.

Proprio in attuazione di tale previsione, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha, prima, emanato il Decreto 15 settembre 2014 (G.U. n. 230 del 3 ottobre 2014), e successivamente, con il Comunicato n. 223 datato 26 settembre 2014, ha reso nota la pubblicazione sui siti www.acquistinretepa.it e www.consip.it dell’elenco dei prezzi benchmark di beni e servizi acquistabili dalle Pubbliche Amministrazioni.

Tale operazione, oltre ad avere lo scopo di agevolare l’Anac nel suo compito di vigilare sull’acquisizione di beni e servizi da parte delle P.A., intende fornire uno strumento alle stesse P.A. le quali potranno individuare le caratteristiche qualitative essenziali del bene o servizio da acquistare e confrontarle con le proprie iniziative di acquisto.

Secondo il Ministero, proprio l’identificazione delle caratteristiche essenziali impedisce che lievi variazioni delle caratteristiche del bene possano essere prese a giustificazione dalle P.A. per acquisti fuori Convenzione a prezzi più elevati, garantendo così il raggiungimento dell’obiettivo di razionalizzazione della spesa pubblica.

Pertanto, prima di effettuare un acquisto di beni e/o servizi, ogni stazione appaltante dovrà verificare l’elenco delle prestazioni relative alle Convenzioni attive nel periodo 1° gennaio 2013 –24 aprile 2014 pubblicato dal Mef e prendere a riferimento i relativi prezzi ivi indicati.

Supponiamo, ad esempio, che una stazione appaltante della Toscana debba acquisire la fornitura del Servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto cartacei.

Nel citato elenco del Mef è prevista una Convenzione Consip (denominata “Buoni pasto 6”) il cui Lotto 2 – attivato il 29 ottobre 2013 ed in scadenza il 28 ottobre 2014 ed avente ad oggetto la “Fornitura del Servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto cartacei, di qualsiasi valore nominale” ed attivo per le Regioni Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto Adige, Emilia-Romagna, Toscana – prevede come caratteristiche essenziali della fornitura:

–          una commissione verso l’esercente pari al 5,54% del valore nominale del buono pasto,

–          n. 11.249 esercizi convenzionati,

–          n. 10/25 giorni come termini di pagamento verso l’esercente.

Complessivamente, il prezzo relativo alle prestazioni individuate prevede uno sconto per l’Amministrazione del 15,86% rispetto al valore nominale del buono pasto.

L’Amministrazione che intende acquisire la fornitura del “Servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto cartacei” dovrà pertanto fare riferimento a tali caratteristiche e prezzi.

L’elenco contiene i prezzi delle principali prestazioni che sono state individuate dal Mef e sarà aggiornato via via che nuove Convenzioni Consip saranno sottoscritte.

Sempre in attuazione dell’art. 10 del Dl. n. 66/14 convertito con Legge n. 89/14 (comma 4), le Amministrazioni aggiudicatrici di cui all’art. 3, comma 25, del Dlgs. n. 163/06 (cioè le Amministrazioni dello Stato, gli Enti pubblici territoriali, gli altri Enti pubblici non economici, gli Organismi di diritto pubblico, le Associazioni, Unioni, Consorzi, comunque denominati, costituiti da detti soggetti) dovranno trasmettere all’Osservatorio centrale di lavori, servizi e forniture dell’Avcp (ora Anac):

a)      i dati dei contratti non conclusi attraverso Centrali di committenza di importo pari o superiore alla soglia di rilevanza comunitaria aventi ad oggetto una o più delle prestazioni individuate dal citato Decreto Mef  15 settembre 2014, in essere alla data del 30 settembre 2014;

b)     i dati dei contratti aventi ad oggetto beni o servizi di importo pari o superiore alla soglia di rilevanza comunitaria e relativa Determina a contrarre, in essere alla data del 30 settembre 2014, stipulati a seguito di procedura negoziata ai sensi degli artt. 56 o 57 del Dlgs. n. 163/06, ovvero a seguito di procedura aperta o ristretta di cui all’art. 55 del medesimo Dlgs. n. 163/06  in cui sia  stata presentata una sola offerta valida.

di Alessia Rinaldi


Tags assigned to this article:
acquisti P.A.benchmarkConsipprezzi

Related Articles

Appalti di servizi: Anac si esprime sulla legittimità della clausola sociale

Nel Parere n. 15 del 27 maggio 2015 l’Anac si esprime sul tema della clausola sociale contenente la previsione dell’assunzione

Convenzione Consip: l’adesione rientra nell’attività gestionale di competenza della dirigenza comunale

Nella Sentenza n. 2194 del 30 aprile 2015 del Consiglio di Stato, i Giudici statuiscono che l’adesione alla Convenzione Consip

Revisori Enti Locali: verso l’introduzione della quarta fascia e di meccanismi che favoriscano l’estrazione di chi non ha avuto incarichi

Introduzione di una quarta fascia professionale che consentirà di essere estratti nei Comuni con più di 50.000 abitanti, nelle Province