Quantificazione delle risorse del “Fondo compensi professionali” dell’Avvocatura regionale

Quantificazione delle risorse del “Fondo compensi professionali” dell’Avvocatura regionale

Nella Delibera n. 97 del 4 novembre 2019 della Corte dei conti Puglia, il Presidente della Regione ha chiesto un parere in ordine al significato da attribuire al limite dello stanziamento relativo all’anno 2013, indicato nell’art. 9, comma 6, del Dl. n. 90/2014. In particolare, dopo aver richiamato il contenuto dell’art. 9, comma 6 del Dl. 90/2014, convertito con modificazioni nella Legge n. 114/2014, è stato evidenziato che, al fine di procedere per l’anno 2014 e seguenti alla corresponsione dei compensi spettanti ai Legali interni dell’Avvocatura regionale per cause vinte con compensazione delle spese del giudizio, occorre procedere alla quantificazione del cd. “tetto finanziario collettivo” che non può superare il corrispondente stanziamento relativo all’anno 2013, così come previsto dalla succitata normativa.

La Sezione ha richiamato l’art. 9, comma 6 del Dl. n. 90/2014, che prevede espressamente che, “in tutti i casi di pronunciata compensazione integrale delle spese, ivi compresi quelli di transazione dopo Sentenza favorevole alle Amministrazioni pubbliche di cui al comma 1, ai dipendenti, ad esclusione del personale dell’Avvocatura dello Stato, sono corrisposti compensi professionali in base alle norme regolamentari o contrattuali vigenti e nei limiti dello stanziamento previsto, il quale non può superare il corrispondente stanziamento relativo all’anno 2013”. La Sezione ha precisato che devono essere considerate le sole somme relative a giudizi favorevoli conclusi nell’anno 2013 con compensazione delle spese da liquidare ai legali interni dell’Ente, che dovevano essere correttamente impegnate e liquidate nel corso del medesimo anno. Dunque, il tetto di spesa massimo annuo per i compensi all’Avvocatura regionale non può superare l’ammontare effettivamente sostenuto nell’anno 2013 per i giudizi favorevoli conclusi nel suddetto anno, con compensazione delle spese legali da liquidare ai legali interni dell’Ente.


Related Articles

Riscossione: l’Agenzia delle Entrate approva il “Modello di definizione agevolata delle controversie tributarie”

Con il Provvedimento n. 140316 del 21 luglio 2017, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il “Modello di domanda di definizione

Società partecipate dalla Provincia: limiti al compenso dei Presidenti e dei componenti degli Organi di amministrazione

Nella Delibera n. 123 del 13 aprile 2015 della Corte dei conti Campania, il quesito in esame ha ad oggetto

Costo del lavoro: non è standardizzato e uguale per tutti

Nella Sentenza n. 589 del 10 febbraio 2016 del Consiglio di Stato, Sezione Terza, i Giudici affermano che la valutazione

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.