Riaccertamento straordinario: quale trattamento devono subire i residui da considerare di dubbia esigibilità?

Riaccertamento straordinario: quale trattamento devono subire i residui da considerare di dubbia esigibilità?

Il testo del quesito:

In un Comune risultano, come dal conto consuntivo, tra le entrate di parte corrente, residui attivi risalenti ad anni precedenti il 2010. Tali residui, secondo i vari Responsabili dei Servizi, sono stati mantenuti perché importi iscritti a ruolo, in sede ora di riaccertamento straordinario dei residui, tra i sopradetti residui a parere del sottoscritto, risultano esserci crediti inesigibili, perché prescritti o per irreperibilità dei soggetti o per irregolare o mancata notifica da parte dell’Esattore della cartella di pagamento entro i termini previsti. Tra i residui risultano importi risalenti agli anni 1998/2000/2001/2002/2003, ecc. Si chiede quale

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Certificati di rendiconto al bilancio 2014: le precisazioni dell’Interno rivolte agli Enti sperimentatori  

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale ha pubblicato il 13 maggio 2015 sul proprio Portale istituzionale un

Bilancio e ordinamento contabile: aggiornati alcuni Principi contabili ex Dlgs. n. 118/2011 alla luce delle nuove regole in materia di “Fpv”

Con la diffusione sul sito istituzionale del Mef-RgS del Decreto interministeriale 1° marzo 2019, che entrerà in vigore il giorno

Rifacimento di un piccolo Ponte su strada comunale: è possibile applicare l’aliquota Iva al 10% ?

Il testo del quesito: “Dovendo procedere con il rifacimento totale di un piccolo Ponte su strada comunale consistente nella demolizione