Riqualificazione urbana delle periferie: le richieste Anci

Riqualificazione urbana delle periferie: le richieste Anci

Con il Comunicato 14 aprile 2016, l’Anci ha reso nota la propria posizione sullo schema di Decreto relativo al bando per la riqualificazione delle periferie, discusso nel corso della riunione di Conferenza Unificata.

In merito al  Dpcm., che mette sul tavolo circa 500 milioni di Euro da destinare appunto a dei progetti per la riqualificazione urbana nelle periferie, l’Anci ha chiesto all’Esecutivo di esplicitare la possibilità di partecipazione anche per le Città capoluogo di Regione, evidenziando che – allo stato attuale – il testo prevede solo la partecipazione delle Città metropolitane e dei capoluoghi di Provincia.

Se la possibilità di ricevere il finanziamento restasse solo alle Città metropolitane – ha spiegato il Presidente dell’Anci, Piero Fassino – si verificherebbe una ingerenza legislativamente e costituzionalmente illegittima perché la Città metropolitana non può decidere un intervento sul territorio di un capoluogo di Regione, prerogativa questa della giunta e del Consiglio del capoluogo stesso. Serve delimitare il perimetro, condizione che vincola il nostro parere”.

Accolti, stando a quanto riferito dall’Associazione, gli altri emendamenti presentati tra i quali la possibilità di partecipare al bando presentando uno studio di fattibilità anziché il progetto in fase esecutiva.

Altro emendamento Anci accolto – si apprende dalla Nota – riguarda la possibilità per le Amministrazioni di richiedere il 10% del finanziamento eventualmente assegnato al momento della firma della convenzione con il Governo mentre prima della fase di avvio dell’esecuzione del progetto, sempre le Amministrazioni potranno disporre di queste risorse, che saranno utili coprire i costi delle attività preliminari e di poter accedere ad un finanziamento ulteriore del 30% prima del saldo finale”.


Related Articles

Dichiarazioni fiscali: ribadite le regole su obblighi di firma e conservazione

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 217 del 26 aprile 2022, in risposta ad un Intermediario

Appalto a corpo: il computo metrico estimativo può essere richiesto a pena di esclusione

Nella Sentenza n. 5959 del 20 agosto 2021 del Consiglio di Stato, un Comune indiceva procedura di gara per l’affidamento

Responsabilità amministrativa: condanna ad Amministratori comunali per incarichi ad un Professionista esterno

Corte dei conti, Sezione Seconda Giurisdizionale centrale d’Appello, Sentenza n. 278 del 27 novembre 2020 Oggetto:  Condanna Amministratori comunali per