Riscossione: la notifica della cartella esattoriale può avvenire anche mediante invio diretto di raccomandata con ricevuta di ritorno

Riscossione: la notifica della cartella esattoriale può avvenire anche mediante invio diretto di raccomandata con ricevuta di ritorno

Nell’Ordinanza n. 8333 del 24 aprile 2015 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità affermano che in materia di riscossione delle imposte, la notifica della cartella esattoriale può avvenire anche mediante invio diretto, da parte del concessionario, di lettera raccomandata con avviso di ricevimento, in quanto l’art. 26, comma 1, del Dpr. n. 602/73, prevede una modalità di notifica, integralmente affidata al concessionario stesso e all’ufficiale postale, alternativa rispetto a quella della prima parte dell’articolo in questione e di competenza esclusiva dei soggetti ivi indicati.

Corte di Cassazione – Ordinanza n. 8333 del 24 aprile 2015


Related Articles

Avviso di accertamento: deve indicare presupposti di fatto e ragioni giuridiche che lo giustificano

Nella Sentenza n. 954 del 20 gennaio 2016, la Corte di Cassazione afferma che, in tema di Imposte sui redditi,

Riscossione: recenti Pronunce della Cassazione in materia di sottoscrizione degli avvisi di accertamento

Corte di Cassazione, Sentenze nn. 22800 e 22810 del 9 novembre 2015 Nella fattispecie in esame, una Snc chiedeva l’annullamento

Processo tributario: la produzione documentale di parte è ammissibile fino a 20 giorni prima dell’udienza

Nella Sentenza n. 923 del 1°marzo 2017 della Ctr Lazio, i Giudici affermano che, in tema di ammissibilità della produzione