Tari: aggiornati i coefficienti per il calcolo dei costi d’uso del capitale nel Pef 2022-2025

<a>Tari: aggiornati i coefficienti per il calcolo dei costi d’uso del capitale nel Pef 2022-2025</a>

È stata pubblicata sul sito web istituzionale di Arera la Deliberazione n. 68/2022/R/Rif, rubricata “Valorizzazione dei parametri finanziari alla base del calcolo dei costi d’uso del capitale in attuazione del Metodo tariffario rifiuti (‘Mtr-2’), sulla base dei criteri recati dal tiwacc di cui alla Deliberazione dell’Autorità 614/2021/r/com”.

Con la Deliberazione in commento, l’Autorità ha approvato i parametri finanziari alla base del calcolo dei costi d’usto del capitale, sulla base dei criteri recati dal TIWACC di cui alla Deliberazione 614/2021/R/Com, in sostituzione dei coefficienti provvisori approvati con la Deliberazione n. 459/2021/R/Rif.

Per gli anni da 2022 a 2025, l’Arera ha approvato i seguenti valori relativamente alla determinazione delle tariffe di accesso agli Impianti di trattamento:

  • Wacc a: 6,0%;
  • WaccRid,a: 5,6%;
  • Kda real: 1,86%.

Mentre per la determinazione del tasso di remunerazione del “Servizio integrato”, fermi restando i valori provvisori di cui alla Deliberazione n. 459/2021, ai fini della quantificazione dei conguagli (da definirsi in sede di aggiornamento delle predisposizioni tariffarie per gli anni 2024 e 2025, sono fissati i seguenti tassi:

  • Wacc a: 5,6%;
  • WaccRid,a: 5,2%;
  • Kda real: 1,86%.

Ai fini della predisposizione del Pef 2022-2025, l’Etc ha facoltà di assumere, in accordo con il gestore, anche i tassi sopra riportati in luogo di quelli provvisori di cui alla citata Deliberazione n. 459/2021.

Per ultimo, l’Autorità rinvia ad un successivo Provvedimento la definizione delle modalità di presentazione dei dati e di redazione degli atti relativi alla determinazione delle tariffe di accesso agli Impianti di trattamento.


Related Articles

Omissione versamento somme da parte del sostituto che ha operato ritenute d’acconto: il sostituito non è tenuto in solido in sede di riscossione

Nella Sentenza n. 10378 del 12 aprile 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità sono chiamati a decidere

Entrate maggiori rispetto a quelle previste nel Pef: è possibile deliberare in corso d’anno una riduzione delle tariffe Tari?

Il testo del quesito: “Il Comune ha approvato le tariffe Tari 2019, con notevoli aumenti rispetto all’esercizio precedente legate in

Imu/Tasi: pubblicate le Faq ministeriali in vista della scadenza del termine per la presentazione della Dichiarazione

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze-Dipartimento delle Finanze, ha pubblicato sul proprio sito web istituzionale alcune risposte a domande ricorrenti

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.