Tarsu: per il Tar Abruzzo è legittimo prevedere tariffe più alte per gli alberghi

Tarsu: per il Tar Abruzzo è legittimo prevedere tariffe più alte per gli alberghi

Nella Sentenza n. 381 dell’8 ottobre 2015 del Tar Abruzzo, i Giudici affermano che, in tema di Tarsu, è legittima la Delibera comunale di approvazione delle relative tariffe, laddove gli esercizi alberghieri vengano distinti dalle civili abitazioni ed assoggettati ad una tariffa notevolmente superiore. Ciò in ragione della maggiore capacità produttiva che un esercizio alberghiero esprime rispetto ad una civile abitazione secondo un comune dato di esperienza, che tra l’altro emerge anche da un’analisi comparata della previsioni contenute nei vari regolamenti comunali in materia; e ciò premesso, inoltre, su tali aspetti il regolamento comunale non necessita neanche di specifica motivazione.

Tar Abruzzo – Sentenza n. 381 dell’8 ottobre 2015


Related Articles

Contributo all’Anac: il mancato versamento comporta l’esclusione dalla gara

Nella Sentenza n. 6776 del 14 giugno 2016 del Tar Lazio, i Giudici si esprimono sull’omesso versamento del contributo Anac

Consorzio in liquidazione: i Comuni aderenti sono tenuti a coprire le spese legali sostenute dagli ex Amministratori?

Nella Delibera n. 302 del 3 novembre 2016 della Corte dei conti Lombardia, il parere in esame ha ad oggetto

Oneri di urbanizzazione e proventi da alienazione di immobili: possibilità di utilizzarli per finanziare spese correnti

Nella Delibera n. 81 del 23 marzo 2017 della Corte dei conti Lombardia, un Comune chiede un parere riguardante la