Tarsu: per il Tar Abruzzo è legittimo prevedere tariffe più alte per gli alberghi

Tarsu: per il Tar Abruzzo è legittimo prevedere tariffe più alte per gli alberghi

Nella Sentenza n. 381 dell’8 ottobre 2015 del Tar Abruzzo, i Giudici affermano che, in tema di Tarsu, è legittima la Delibera comunale di approvazione delle relative tariffe, laddove gli esercizi alberghieri vengano distinti dalle civili abitazioni ed assoggettati ad una tariffa notevolmente superiore. Ciò in ragione della maggiore capacità produttiva che un esercizio alberghiero esprime rispetto ad una civile abitazione secondo un comune dato di esperienza, che tra l’altro emerge anche da un’analisi comparata della previsioni contenute nei vari regolamenti comunali in materia; e ciò premesso, inoltre, su tali aspetti il regolamento comunale non necessita neanche di specifica motivazione.

Tar Abruzzo – Sentenza n. 381 dell’8 ottobre 2015


Related Articles

Organi di revisione degli Enti Locali: è applicabile l’art. 6, comma 3, del Dl. n. 78/10

Con la Delibera n. 155 del 21 ottobre 2015, la Corte dei conti Piemonte si esprime in merito alla corretta

Fabbisogno statale: calo di 19 miliardi nei primi 8 mesi dell’anno

  Tra gennaio e agosto 2015 il fabbisogno del settore statale è stato pari a 31,7 miliardi di Euro contro

Spesa personale: il Comune che non ha assunto a tempo determinato tra 2007 e 2009 può individuare un nuovo parametro di riferimento

Nella Delibera n. 1 del 5 gennaio 2017 della Corte dei conti – Sezione delle Autonomie, la questione riguarda l’operatività