Contenzioso tributario: notifica dell’impugnazione a mezzo posta

Contenzioso tributario: notifica dell’impugnazione a mezzo posta

Nella Sentenza n. 657 del 22 febbraio 2017 della Ctr Milano, i Giudici milanesi affermano che se si utilizza il Servizio postale per la notifica dell’atto di impugnazione, l’appello non può essere considerato inammissibile se, in luogo della ricevuta di spedizione della raccomandata alla controparte, l’appellante depositi l’avviso di ricevimento. Solo nel caso in cui sia contestata o dubbia la tempestività dell’appello si dovrà far riferimento alla ricevuta di spedizione per provare la data di invio dell’atto.


Related Articles

Trasferimenti erariali: il Viminale assegna i contributi compensativi del minor gettito Imu/Tasi dei Comuni colpiti dal Sisma del Centro Italia

Facendo seguito al proprio Comunicato del 24 giugno 2020, il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, ha pubblicato

“Spending review”: le istruzioni dell’Agenzia del Demanio per ottenere il “nulla-osta” al rinnovo dei contratti di locazione della P.A.

Con la Circolare Prot. 2014/16155 dell’11 giugno 2014, il Ministero dell’Economia – Agenzia del Demanio, è intervenuto sul tema del

Notifica tramite Pec

Nella Sentenza n. 456 del 30 giugno 2020 della Ctr Toscana, i Giudici affermano che l’irritualità della notificazione di un atto